Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Settembre 2022

Pubblicato il

Scuola, in Italia è boom di lezioni private e ripetizioni: spesa in crescita

di Redazione
Dad e qualità dell'istruzione spingono le famiglie a sopperire con lezioni casalinghe, un vero mercato del recupero
Lezioni private, mani di ragazzi sui libri e quaderni

La pandemia ha lasciato molti strascichi nella preparazione scolastica degli studenti, acuendo la necessità di far ricorso alle lezioni private. A livello mondiale il rapporto HolonIQ, istituto di ricerca statunitense evidenzia che il valore del mercato del cosiddetto ed-tech (la frazione ‘tecnologica’ dell’educazione, che comprende lezioni al pc ma anche realtà virtuale e aumentata) sfiorerà i trecento miliardi di dollari nel 2022 (erano 183 nel 2019), per arrivare a 404 nel 2025, con un tasso di crescita medio del 16,4% annuo. Un trend confermato dal portale Letuelezioni.it, l’hub dove si incontrano studenti e docenti che ha al suo attivo in Europa più di 3 milioni di utenti di cui il 10% sono italiani.

Lezioni private, un mercato mondiale

In Italia, la piattaforma evidenzia il passaggio degli iscritti da 2.399 nel 2019 a 27.488 nel 2022. La piattaforma nel periodo pre pandemia era concepita per facilitare l’incontro con l’insegnante più vicino a casa per una lezione di persona, poi rimodulata con lezioni anche da remoto. Questa integrazione ha reso più facile fare le lezioni private, ha portato una grande percentuale di persone a cercare un supporto esterno per la propria istruzione soprattutto scolastica.

“È interessante constatare come in molti Paesi del mondo ci sia stata una congruenza di dati- racconta il suo fondatore Albert Clemente- nella ricerca delle lezioni private. Siamo presenti in Europa, America Latina, Uk e questo ci dà una visione globale di come questo mercato si sta muovendo. Il Covid ha messo tutti di fronte alla stessa necessità: aiutare i ragazzi nel recupero delle materie scolastiche come la matematica, le lingue, e noi siamo felici che LeTueLezioni.it stia aiutando solo in Europa più di 3 milioni di utenti tra studenti e insegnanti, numeri destinati a crescere”.

Le più richiese matematica e inglese

In Italia, le materie più richieste negli ultimi 4 anni sono la matematica e come seconda la lingua inglese, seguite dall’Italiano e lo spagnolo. Sono più di 350 le materie offerte dalla piattaforma che spaziano dalle più scolastiche, a quelle artistiche e professionali: lezioni di musica, lavori a maglia, golf, sviluppatore di videogiochi, lezioni di grafologia, oppure lezioni di archeologia, produzioni musicali, magia, gestione aziendale, preparazione al parto, flamenco, etc. L’iscrizione alla piattaforma è gratuita sia per gli studenti che per gli insegnanti. Gli studenti possono cercare l’insegnante più adatto alle loro esigenze, filtrando per prezzo e per tipo di lezioni: faccia a faccia oppure online. Possono anche specificare il tipo di metodologia, il livello o il ritmo che preferiscono seguire nelle sessioni. La pianificazione delle lezioni e la parte economica è gestita in maniera autonoma tra il docente e il discente, fuori dalla piattaforma. L’insegnante paga una quota solo se vuole apparire tra i primi risultati nella lista degli insegnanti.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo