Roma, Prefetto Gabrielli in Municipio VII: la denuncia di Mancini

3

Prefetto Gabrielli in Municipio VII, Comitati ed Associazioni di cittadini da Gregna Sant'Andrea all'Appio Latino convocati, ma all'appello mancava il Comitato Appio Tuscolano: la denuncia del Presidente del Comitato, Emanuele Mancini. "Solo a incontro concluso – esordisce Mancini –  siamo venuti a conoscenza della convocazione dei vari Comitati ed Associazioni di quartiere nella sala rossa del VII Mucipio alla presenza del Prefetto Gabrielli. Purtroppo, inoltre, su alcuni organi di stampa e sui social network sono state scritte una serie di inesattezze e quindi noi del Comitato Appio Tuscolano ci teniamo a fare delle rettifiche".

Si è parlato della totalità delle rappresentanze dei cittadini convocate "ma la verità è che all'incontro dello scorso martedì sono stati invitati solo i Comitati e le Associazioni vicine alla Presidenza ed alla maggioranza del Municipio, mancando altri, come il nostro, sicuramente tra i più attivi a livello territoriale". "La responsabilità politica – prosegue – è quindi da imputare a loro, ma anche l'opposizione ha le sue responsabilità, in quanto tutto è avvenuto in un silenzio assordante, quando invece l'incontro sarebbe potuto essere molto costruttivo se fossero quindi stati inviati quei comitati che fanno della sicurezza la base fondante delle proprie attività".

Nel corso dell'incontro, numerose le problematiche di cui si è discusso, e tra queste anche quella relativa all'Ex cartiera di Via Assisi "è incredibile discutere della questione in assenza del Comitato che sta cercando effettivamente e concretamente di risolvere il problema da più di cinque anni attraverso proposte, iniziative, manifestazioni, denunce, persino con un progetto di riqualificazione presentato proprio in Municipio alla Commissione Controllo e Garanzia dello scorso 12 marzo. Noi siamo l'unico Comitato ad aver presentato proposte reali, concrete e pragmatiche, eppure proprio noi non siamo stati invitati".

Una denuncia importante quella di Mancini, rappresentante di numerosi cittadini della zona, che si scaglia sia contro l'ennesima negligenza del Municipio, ma anche contro quegli organi di stampa che hanno raccontato di una totalità dei Comitati convocati, commettendo quindi un errore 'Riteniamo che chi strumentalizza, mistifica e sta in silenzio è complice" conclude.