Roma, Pnrr: 50 milioni per riqualificare 21 biblioteche e per 9 nuove strutture

4

Come reso noto da un comunicato stampa diramato dal Comune di Roma, c’è il via libera della Giunta capitolina alla delibera, proposta da Miguel Gotor, assessore alla Cultura, per avviare il Piano Integrato per i Nuovi Poli Civici Culturali e di Innovazione. Si tratta di un Piano di potenziamento che prevede la riqualificazione strutturale, energetica e digitale di 21 biblioteche comunali, e la creazione di 9 nuove strutture, centri culturali “polivalenti e innovativi”. Il Piano sarà finanziato dal Pnrr, attraverso l’utilizzo di 50 milioni di euro.

Gualtieri: “Avvicinare i servizi al cittadino è il punto di partenza per quartieri più inclusivi”

Il Sindaco Roberto Gualtieri ha commentato: “Avvicinare i servizi al cittadino è il punto di partenza per rendere i quartieri più inclusivi, per porre le basi della nostra idea di rapporto tra persone e territorio. Servizi bibliotecari e spazi di aggregazione diffusi che si trasformano in qualcosa di nuovo e rappresentano alcuni tra gli strumenti fondamentali per ampliare l’offerta culturale, superare finalmente la separazione tra centro e periferia creando opportunità per tutti, a partire dai più giovani. Le strategie di rigenerazione urbana sono uno dei pilastri per il consolidamento della comunità e per realizzare la città di domani”.

Gotor: “Luoghi con ruolo centrale per la vita civile di una collettività”

Gotor commenta nel merito: “La rete delle Biblioteche di Roma Capitale è la base ideale da cui far partire il progetto di rigenerazione, culturale, sociale e ambientale della città che questa Giunta ha in mente proprio perché queste sono naturalmente dei luoghi di aggregazione per le comunità e hanno un ruolo centrale per la vita civile di una collettività, garantendo, assieme alla scuola, un accesso democratico alla cultura.

I trenta progetti presentati oggi, tra i 21 di ampliamento e riqualificazione e i 9 di creazione ex novo sono gli apripista della nostra azione di ampliamento e trasformazione dell’offerta culturale cittadina che ci porterà tra cinque anni ad avere una rete estesa di luoghi di approfondimento culturale, che siano un riferimento per tutte le fasce di popolazione e dove si possano trovare informazioni su tutte le iniziative e opportunità offerte dalla città. In definitiva è iniziato il lavoro per la creazione di una forte rete degli ‘hub di riduzione delle disuguaglianze sociali’ dove tutti si possano ritrovare e sentire a casa“.

Le 21 biblioteche da riqualificare

Come si legge nel comunicato: “17,5 milioni di euro saranno destinati all’adeguamento strutturale e impiantistico con efficientamento energetico di 21 delle 40 sedi del Sistema Bibliotecario Capitolino. Queste, a seguito di una verifica tecnica sul loro stato di manutenzione, sono state selezionate” così:

Villa Leopardi, via Makallè 1 (II Municipio); Tullio De Mauro, via Tiburtina 113 (II Municipio); Ennio Flaiano, via Monte Ruggero 39 (III Municipio); Fabrizio Giovenale, via Fermo Corni 1 (IV Municipio); Aldo Fabrizi, via Treia 14 (IV Municipio); Vaccheria Nardi, via Grotta di Gregna 37 (IV Municipio); Gianni Rodari, via Francesco Tovaglieri 237/A (V Municipio); Teatro Quarticciolo, via Castellaneta 10 (V Municipio);

Borghesiana, largo Monreale snc (VI Municipio); Collina della Pace, via Bompietro 16 (VI Municipio); Rugantino, via Rugantino 113 (VI Municipio); Raffaello, via Tuscolana 1111 (VII Municipio); Pier Paolo Pasolini, viale Caduti per la Resistenza 410 (IX Municipio); Elsa Morante, via Adolfo Cozza 7 (X Municipio); Sandro Onofri, via Umberto Lilloni 39 (X Municipio); Longhena, via Baldassarre Longhena 98 (XII Municipio); Cornelia, via Cornelia 45 (XIII Municipio);

Valle Aurelia, via di Valle Aurelia 129 (XIII Municipio); Franco Basaglia, via Federico Borromeo 67 (XV Municipio); Casa del Parco, via della Pinetta Sacchetti 78 (XIV Municipio); Galline Bianche, via delle Galline Bianche 105 (XV Municipio).

Le 9 nuove strutture

32,5 milioni di euro, invece, saranno destinati alla creazione di 9 nuove sedi dell’Istituzione Biblioteche di Roma Capitale”. Essi valorizzeranno immobili non utilizzati oppure degradati. Lo scopo è quello di realizzare “i nuovi centri civici culturali e di innovazione”. Di seguito le nuove strutture:

Ex scuola Parini, piazza Capri (III Municipio); Casale La Rustica, via Delia (V Municipo); Edificio Via Fontichiari, via Fontichiari (V Municipio); Complesso Tre Casali, Largo Zappalà (VII Municipio); Edificio Arco di Travertino, via Arco di Travertino (VII Municipio); Edificio via Ostiense, via Ostiense 122 (VIII Municipio); Fornace Veschi, viale di Valle Aurelia (XIII Municipio); Edifici rurali di Selva Candida, via Cusino (XIV Municipio).