06 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma, neonata di 5 mesi trovata morta nel campo rom in via Candoni

di Eleonora Cantini

A dare l'allarme sono stati i genitori della bambina: nonostante il tempestivo intervento, i medici purtroppo hanno solo potuto constatare il decesso della piccola

Tragedia nel campo rom in via Candoni: intorno alle 6:55 è morta una neonata residente in una delle baraccopoli più conosciute di Roma.

La piccola era nata nel Giungo 2019, quindi aveva solo 5 mesi di vita.

Secondo una prima ricostruzione, la neonata aveva avuto i primi sintomi di malore durante la notte. Sono stati i genitori che, non vedendo miglioramenti, hanno deciso di chiamare i medici del 118 alle prime ore dell’alba.

I medici hanno provato a rianimare la bambina con un massaggio cardiaco e tutta la strumentazione presente sull’ambulanza: purtroppo tutti i tentativi sono stati vani e i medici hanno solo potuto constatarne il decesso.

Subito è esplosa la disperazione dei parenti e di tutti i residenti del campo rom per una perdita così atroce.

Sono state allertate anche le forze di polizia: sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia dell’Eur che hanno scortato l’ambulanza all’interno del campo rom.

Il corpo senza vita della neonata è stato trasportato in ospedale per essere sottoposto all’autopsia: attualmente non si conoscono le cause della morte ma gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi. Priorità assoluta dei medici e delle forze di polizia è individuare le cause esatte del decesso.

Torna tristemente alla ribalta il campo rom di via Candoni: stavolta non si parla di roghi tossici, immissione di rifiuti o proteste dei cittadini. La morte di una neonata così piccola è una tragedia che ha scosso le coscienze di tutti, residenti e non della baraccopoli.

 

Leggi anche: 

Governo, tensione di nuovo altissima, e il centrodestra vola nei sondaggi

Lungotevere, perde il controllo della sua auto e si ribalta: morto un uomo

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento