06 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma-Lido: circolazione bloccata, passeggeri occupano i binari per protesta

di Eleonora Cantini

Ennesima giornata di caos per i pendolari della Roma-Lido: forti ritardi, treno guasto, passeggeri costretti a camminare sui binari. Scoppia la protesta e intervengono le forze dell'ordine

Nuova giornata di caos per i tantissimi passeggeri della Roma-Lido che ogni mattina si servono di questa tratta ferroviaria per spostarsi da Ostia verso Roma e viceversa.

Le condizioni tragiche in cui versa questo servizio ferroviario sono note a tutti: treni spesso guasti, corse ogni 30 minuti (a fronte dei 10 minuti di media regolari), ritardi, soppressioni, pendolari accalcati e spesso bloccati per ore.

Stamattina l’ennesimo ritardo ha portato all’esasperazione dei passeggeri: c’è stato un guasto al treno delle 07:50 in direzione Roma e la voce del macchinista Atac informava che “causa guasto treno precedente, subiremo un ritardo”.

Nuovi momenti di panico si sono toccati alle 08:20 quando il treno partito alle 08:14 da Lido Nord si è bloccato dopo solo una fermata a causa di un guasto del treno precedente.

All’altezza della stazione di Vitinia, i pendolari hanno iniziato a protestare animatamente e il personale Atac è stato costretto a chiamare le forze dell’ordine per sedare gli animi e ripristinare l'ordine.

I passeggeri sono stati costretti a scendere dal treno e camminare lungo i binari per raggiungere la stazione più vicina.

Il comitato dei pendolari

A fronte delle moltissime situazioni di disagio giornaliere, il comitato dei passeggeri ha affermato che “la situazione è grave. Viviamo male il viaggio ogni giorno sulla Roma-Lido e sulle altre tratte ferroviarie affidate ad Atac. Ci sono ripetuti guasti ai treni ad Acilia, Bernocchi, Vitinia; blocchi alla linea; problemi agli impianti di segnalamento a Malafede e Vitinia; stazioni abbandonate a Tor di Valle e Castel Fusano; i treni saturi fin da Acilia lasciano a piedi decine di passeggeri a Bernocchi o Vitinia"

Versioni diverse e contrastanti

Non si è ancora ben capito cosa ha provocato i forti ritardi di stamani: secondo l’Atac, il blocco della circolazione dei treni è stato necessario a seguito di un malore e del conseguente intervento del personale medico.

Arrivata la richiesta di scendere dal treno fermo a Vitinia per salire su un convoglio sostitutivo molti passeggeri hanno invaso i binari per protesta, bloccando ulteriormente il traffico ferroviario: quel che è certo è che ormai i moltissimi pendolari sono esasperati, viste le giornate di lavoro perse, i pochi servizi garantiti e le scarse informazioni ogni volta che si verifica un ritardo.

Le dichiarazioni di Atac

Il traffico ferroviario, come informa Atac su Twitter, è ripreso intorno alle 09:30 ma con forti ritardi.

L’azienda municipalizzata dei traposti ha informato che a causare lo stop della circolazione è stato un intervento di soccorso sanitario alla stazione di Vitinia a causa di un malore improvviso di un passeggero.

 

Leggi anche:

Case pignorate: il dramma di tantissime famiglie. Questa sì che è emergenza

Rifiuti, Diktat Regione Lazio: Entro settimana Roma decida o commissariamento

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento