Roma, detenuti di Rebibbia al lavoro nelle strade dell’Esquilino

14

Questa mattina una squadra composta da trenta detenuti di Rebibbia ha pulito caditoie, tombini e segnaletica nel rione Esquilino, da piazza Vittorio a Porta Maggiore, passando per via Turati. Fino a venerdì lavoreranno in via Carlo Felice, mentre dal 5 marzo si sposteranno nel quartiere di Primavalle. 

Trenta detenuti nel rione Esquilino per lavori di pubblica utilità

I detenuti provengono dalla sezione G8 di Rebibbia, ritenuti socialmente non pericolosi e con pene definitive. I detenuti lavorano tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 15. La possibilità di impiegarli nei lavori di pubblica utilità per conto del Comune nasce da un protocollo siglato ad agosto 2018 tra il Dipartimento amministrazione penitenziaria del Ministero di Giustizia, Autostrade per l’Italia e il Comune di Roma. 

Corsi di formazione per altri venticinque detenuti dal prossimo 4 marzo

Il prossimo 4 marzo inizieranno i corsi di formazione presso il Servizio Giardini per altri venticinque detenuti, che a partire da aprile si occuperanno della manutenzione del verde orizzontale di parchi e giardini, prendendosi cura di erba, cespugli e arbusti.

 

Leggi anche:

Roma, detenuti di Rebibbia a lavoro sulle strade di Torre Spaccata

Roma. Villa Massimo, riapertura vicina, detenuti puliscono i giardini