10 Giugno 2021

Pubblicato il

Roma, Botticelle dalla strada ai Parchi, a breve sarà realtà

di Redazione

Non sono mancate le tensioni in commissione dove circa una trentina di vetturini hanno assistito alla seduta contestando il nuovo regolamento

Il nuovo regolamento sulle botticelle capitoline è quasi realtà. Con l'ok della commissione Ambiente di Roma Capitale, ora manca quello della commissione Mobilità e l'approvazione dell'Aula. Il regolamento – che a detta dei vetturini stessi, "abolisce le botticelle" – prevede lo spostamento del 'trasporto non di linea a trazione animale' dal centro ai parchi e ville storiche della città, con tutta un'alta serie di restrizioni.

Tra queste, il divieto di circolare dal 1 giugno al 30 settembre, e negli orari in cui la temperatura supera i 30 gradi. Non solo, la normativa prevede anche il divieto di svolgere l'attività per una durata continuativa superiore ai 45 minuti e l'utilizzo di soli cavalli da tiro.

Di contro, ai 'botticellari' viene data la possibilità di convertire la licenza dei vetturini in licenza Taxi, di prendere parte ad un tavolo di lavoro con l'amministrazione, "per apporre eventuali migliorie al provvedimento" e di usufruire di incentivi statali per l'acquisto di vetture elettriche. Su quest'ultimo punto, il presidente della commissione Daniele Diaco si è impegnato "a chiedere la disponibilità dei ministeri Ambiente e Trasporti".

E ancora, in Aula la maggioranza si impegnerà a presentare un emendamento per mettere a carico dell'amministrazione le spese della commissione veterinaria incaricata di valutare le condizioni di salute dei cavalli.

Non sono mancate le tensioni in commissione dove circa una trentina di vetturini hanno assistito alla seduta contestando il nuovo regolamento. "Fate questo solo perché gli animalisti vi hanno votato – ha gridato qualcuno rivolgendosi ai consiglieri di maggioranza – la verità è che volete eliminare la nostra attività e una tradizione perché siete dei fascisti e vi stiamo antipatici".

Contrarietà anche da parte delle opposizioni presenti che, dopo la richiesta di rinvio fatta a luglio e accolta da Diaco, ne hanno chiesta una ulteriore. "Chiedo ulteriori approfondimenti- ha detto il capogruppo Fdi, Andrea De Priamo– perché vedo poca trasparenza su molto aspetti. In primis sull'eventualità di usufruire di incentivi per le auto elettriche non si sa come non si sa quando.

Trovo anche ridicolo bloccare il servizio in base all'orario e non in base alla temperatura. Auspico quindi che venga studiato un percorso che porti al mantenimento di una tradizione importante rendendola compatibile con il traffico veicolare". Dello stesso parere il capogruppo di Forza Italia, Davide Bordoni secondo cui "con questo regolamento mettete la parola fine alle botticelle". Il parere è passato con 5 voti favorevoli, 2 contrari. Assenti i consiglieri del Partito democratico. (Dire)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento