Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

Risponde il vicepresidente

Regione Lazio, Leodori: “Fondi a Comuni ed enti intermedi per razionalizzare i servizi”

di Lorenzo Villanetti
Il vicepresidente della Regione Lazio risponde ai presidenti di provincia di Latina e Rieti, Gerardo Stefanelli e Mariano Calisse
Daniele Leodori, vicepresidente della Regione Lazio
Daniele Leodori

Ospite a Radio Radio, nella trasmissione Un Giorno Speciale, con Francesco Vergovich e Mauro D’Ambrogio è intervenuto il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori. Quest’ultimo, è stato sollecitato sui temi urgenti del territorio dai presidenti della Provincia di Latina e Rieti, Gerardo Stefanelli (anche sindaco di Minturno), e Mariano Calisse (primo cittadino di Borgorose).

Fondi strutturali e Pnrr

Prima di entrare nel vivo del dibattito, Leodori si è espresso sui fondi strutturali e sui prossimi programmi della Regione, rispondendo al Presidente della Commissione Fiscalità locale dell’Ordine dei commercialisti di Roma, Mauro D’Ambrogio. “Fondi strutturali della Regione? In questo piano dei fondi strutturali 2021-2027 abbiamo raddoppiato la valutazione (da 3.8 miliardi di euro a quasi 7). Il fatto di aver esaurito le risorse per la programmazione 2014-2020 nei tempi previsti ci ha permesso di prendere una boccata di ossigeno molto importante. La priorità riguarda il lavoro, per la tenuta sociale del sistema, ma anche formazione e ricerca.

Questi temi li ritroviamo anche nella spesa degli investimenti del Pnrr, dove abbiamo immaginato un programma importante di investimenti, che dobbiamo definire man mano che verranno presentati i bandi dai ministeri. In questi giorni per esempio è in pubblicazione il bando del Ministero dell’Università per hub di formazione. Su questi bandi vorremmo presentare un progetto per dare vita al Technopole, un centro di formazione universitaria pe le materie tecniche e scientifiche. Questo ci permetterà di competere con altri politecnici italiani ed europei, recuperando il gap formativo che avevamo nella nostra regione”.

Pil regionale

Sul Pil, Leodori risponde a D’Ambrogio: “Sul programma del Pnrr la nostra stima è crescere intorno al 2,4% di Pil annuo, per tutti gli anni di attuazione del piano. È chiaro che queste risorse del Pnrr vanno combinate al meglio con quelle dei fondi strutturali 2021-2027.

Osservatorio per lo sviluppo del Lazio? L’obiettivo è quello di capire i risultati che si stanno ottenendo con le politiche che noi andiamo a porre in essere. La valutazione cronometrica credo che sia poco utilizzata nel nostro Paese, quantomeno negli enti territoriali intermedi. Serve a noi per avere in tempo reale gli scostamenti e la capacità di raggiungere gli obiettivi prefissati con gli investimenti che mettiamo in campo.

Fondi per l’unione dei Comuni e degli enti intermedi? L’obiettivo non è quello di spersonalizzare le peculiarità dei comuni, però è innegabile che razionalizzare alcuni servizi puntando ad un economia di scala è importante. Non si superano le competenze di ogni singolo comune, che invece vengono incentivati e premiati ad unire alcuni servizi, come quello del trasporto pubblico e lo scuolabus, ma anche delle mense scolastiche”.

Legge sui rifiuti

“Sul tema rifiuti, Leodori risponde a Stefanelli (Presidente Provincia Latina): “La legge sugli Ato dei rifiuti verrà calendarizzata in Consiglio. Nei prossimi giorni ci saranno degli incontri, dovrebbe essere tra le prime leggi di quest’ultimo anno di legislatura che andrà in aula. Siamo un po’ in ritardo rispetto al piano rifiuti ma abbiamo voluto attendere anche quest’ultima tornata elettorale. Contiamo di portarla in aula entro un mese/un mese e mezzo. Litorale di Latina? È un dei più belli del Paese e dobbiamo cercare di legarlo sempre più a Roma dal punto di vista turistico. Dobbiamo cercare di ampliare l’offerta anche per chi viene a visitare la Capitale. È bellissimo ma poco conosciuto al grande pubblico“.

Impianti del Terminillo

“Sul rinnovamento degli impianti del Terminillo, chiesto da Calisse (Presidente Provincia Rieti), Leodori spiega: “Per noi era un progetto di rilancio importante. Abbiamo anche fatto nel mese di ottobre un incontro al Mise, che aveva stanziato le risorse per il rilancio del Terminillo come stazione montana. Noi continuiamo ad essere favorevoli e convinti che questo investimento possa essere importantissimo per quel quadrante della regione e far tornare il Terminillo ai fasti di un tempo.

Si è riscoperto l’importanza di quelle zone nel periodo del primo lockdown, quando la territorialità veniva ritenuta importante e c’era stata una crescita e un ritorno nelle seconde case. Investire nelle montagne intorno Roma è una delle priorità che come regione avevamo. Purtroppo nelle valutazioni di impatto ambientale c’erano state delle problematiche che dovremmo cercare di affrontare insieme alla provincia di Rieti e risolverle nel più breve tempo possibile”.

Ospedale di Rieti

Mauro D’Ambrogio chiede conferma del progetto del nuovo “Ospedale a Rieti? È un investimento notevole, intorno ai 200 milioni. Il progetto della costruzione di un nuovo ospedale è stato presentato meno di un mese fa dalla direttrice generale della ASL e le risorse sono state già stanziate. È prevista la costruzione del nuovo ospedale a Rieti”.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo