Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

Il M5S fa dietrofront

Raggi bis, cade il limite dei due mandati. Abbattuto un pilastro del Movimento

di Redazione

"Il limite massimo dei due mandati non è modificabile, abbiamo sempre detto che la politica non è un mestiere"

raggi bis
Il M5S apre al Raggi bis

Il capo politico del Movimento Cinque Stelle, Vito Crimi intervistato da “Il Fatto Quotidiano” apre al Raggi Bis, la ricandidatura di Virginia Raggi.

Penso che si debba discutere della permanenza del vincolo per chi amministra. Abbiamo sindaci al secondo mandato a Roma, Torino, Marino e Vimercate.

Penso che bisogna fare una riflessione su come superare il vincolo dei due mandati per i sindaci.

Chi amministra dovrebbe poter lavorare in un’ottica pluriennale, quindi una riflessione va fatta. Il mondo cambia, e dobbiamo tenerne conto”, ha detto Crimi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Parole che abbattono un pilastro del Movimento, il cui statuto segna il limite di due mandati per ogni carica elettiva. Limite previsto per fare da contraltare alla “casta” che permane al potere per troppo tempo.

In verità, il vincolo dei due mandati era stato già minato dall’ex leader Luigi Di Maio, che nel luglio 2019 annunciò il “mandato zero” per “non disperdere l’esperienza acquisita”.

Forse una mossa per far saltare il limite dei due mandati che lo riguarda in prima persona?

Il Movimento Cinque Stelle deve fare i conti con uno scenario politico del tutto cambiato rispetto al giugno del 2016, data delle vittorie a sorpresa a Roma e Torino.

I pentastellati hanno più che dimezzato i consensi rispetto ai giorni dei trionfi, e inoltre devono misurarsi con il Pd che da nemico è diventato alleato di governo.

#Virginiasindaca2021

Intanto il capogruppo in Campidoglio del M5S, Giuliano Pacetti, ha lanciato sui social media l’hashtag “Virginiasindaca2021”, più chiari di così si muore.

Eppure per Casaleggio il limite non si tocca

“Il limite massimo dei due mandati non è modificabile, abbiamo sempre detto che la politica non è un mestiere”. Così si esprimeva nel maggio del 2019, Davide Casaleggio, figlio ed erede di Gianroberto, fondatore con Beppe Grillo e guru del M5S scomparso nel 2016. Un passaggio di un’intervista sul quotidiano parigino “Le Monde”.

Le critiche non mancano

“Raggi bis? Non scherziamo. Davanti allo scempio degli ultimi anni, è assurdo solo pensare a un secondo mandato della sindaca grillina. Già ha fatto tanti di quei danni che farebbe bene a tagliare pure il primo mandato”.

È quanto afferma Stefano Pedica del Pd. “Non possiamo chiudere gli occhi sulla debacle del trasporto pubblico e sul fatto che la Capitale è diventata terra di nessuno – aggiunge Pedica -.

Non smetterò di dire che questa città merita un vero sindaco e non mi stancherò di fare opposizione e lavorare per creare una vera alternativa”.

“I Cinque Stelle ipotizzano la candidatura bis di Virginia Raggi. Un consigliere la paragona addirittura a Michelangelo. Dalla tragedia alla farsa. Non so quali scelte faranno i vari partiti per Roma.

So che io giocherò dalla parte opposta del campo. Per evitare il disastro bis”. Lo dice Tobia Zevi, presidente “Osservatorio Roma! Puoi dirlo forte”. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento