Vuoi la tua pubblicità qui?
21 Gennaio 2021

Pubblicato il

Roma piange un figlio

Proietti, la figlia Carlotta: ho pensato tanto a questo momento, ho avuto terrore

di Redazione

"Il dolore è forte, ma sappiamo che non è solo nostro, questo lutto è di tutti"

proietti carlotta
Gigi Proietti con la figlia Carlotta

Ho pensato tanto a questo momento, l’ho sognato, ne sono stata terrorizzata“. Si apre così il lungo post sui social con cui Carlotta Proietti, figlia di Gigi, scomparso a 80 anni a causa di problemi cardiaci, ringrazia quanti hanno voluto mandare un messaggio di affetto per il papà.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Un papà famoso vuol dire tante cose – scrive Carlotta, pure lei artista – tra queste non avere un’intimità perché quando esce la ‘notizia’ si scatena lo ‘scoop’. Tutte parole che col momento che vivi non c’entrano niente.

Carlotta Proietti: “Il dolore è forte, ma non è solo nostro, questo lutto è di tutti”

Malgrado questo però, le vostre parole e tutti i messaggi che ci stanno arrivando corrispondono all’amore che tutti provavate per papà“. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

I ringraziamenti: “Voglio dire grazie con tutto il cuore ad ognuno di voi e lo farò, piano piano- conclude- Il dolore è forte, ma sappiamo che non è solo nostro, questo lutto è di tutti. Papà ha vissuto per il suo pubblico e il vostro affetto lo dimostra. Grazie e ancora grazie per tutto questo amore”.

Ciao Mandrake. Mò vola in paradiso. Pure lì sarai er meglio“. Questo il testo di uno dei tanti biglietti lasciati la mattina della scomparsa, insieme ai fiori, sul muretto davanti all’ingresso di Villa Margherita, la clinica privata dove è morto l’attore.

Il Covid ha tenuto lontane le grandi folle dalla struttura sanitaria ma molti suoi fan e semplici cittadini hanno comunque voluto lasciare un pensiero o una testimonianza. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ieri (2 novembre), sono passati per un ultimo saluto, rigorosamente a distanza però, perché nella clinica non possono entrare estranei, anche attori come Tullio Solenghi e Nadia Rinaldi, in lacrime. E si è vista la sindaca di Roma, Virginia Raggi, l’unica che è potuta accedere nella struttura.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento