21 Settembre 2021

Pubblicato il

Pareggio interno per la Lazio, contro il Bologna termina 1-1

di Redazione
La Lazio pareggia all’Olimpico contro il Bologna che passa subito in vantaggio e subisce la rete del pareggio all’ultimo minuto con un rigore trasformato da Immobile

La Lazio pareggia in casa contro il Bologna per 1-1. Dopo gli anticipi di ieri che hanno visto le importanti vittorie di Juventus e Roma, prima e seconda della classifica di serie A, oggi i biancocelesti falliscono l’opportunità di sorpassare il Napoli e agganciare i cugini giallorossi. A decidere la gara sono le reti di Helander al 10’ minuto di gioco e Immobile su rigore appena prima del triplice fischio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La partita è subito vivace con le due squadre intenzionate ad imporre il proprio gioco e sbloccare il punteggio nei primi minuti. Dopo un paio di iniziative da parte delle due compagini, alla prima vera occasione della gara, il punteggio si sblocca a favore del Bologna. Minuto 10: punizione dal vertice basso dell’area messa in mezzo da Verdi, sponda di Mbaye che allunga il pallone sul secondo palo dove, come un falco, si fionda Helander che in estirada batte Marchetti. La Lazio, stordita dalla doccia fredda dello svantaggio, sbanda e rischia di nuovo quattro minuti dopo con Mbaye che impegna Marchetti con un potente diagonale, sulla respinta per un soffio non arriva Di Francesco che manca il tap-in vincente. I biancocelesti si scuotono con il solito Keita, sempre insidioso sulla fascia, che al 16’ salta Masina e serve in mezzo Milinkovic che arriva a rimorchio sul pallone e da pochi metri colpisce al volo, ma Helander con un buon intervento manda il pallone in corner. Alla mezz’ora la Lazio sfiora ancora il pari con Immobile che, imbeccato benissimo da Milinkovic, si coordina e spara un missile in diagonale che Da Costa respinge sulla traversa, salvando la porta emiliana. Due minuti più tardi Da Costa compie un altro miracolo ancora su Immobile che sfrutta un rimpallo fortuito in area e da un metro dalla porta prova il piazzato sul primo palo, ma il portiere emiliano para con il piede ed evita il gol del pari. Dopo le due grandi occasioni per i padroni di casa nel primo tempo non accade più nulla e si rientra negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di 0-1.

Nella seconda frazione, il Bologna appare stanco e subisce il forcing della squadra di Inzaghi che vuole a tutti i costi riequilibrare il punteggio. La Lazio, però, con gli ospiti tutti dietro la linea del pallone, fatica a costruire la manovra e non riesce ad affacciarsi dalle parti di Da Costa. Per la prima vera occasione da rete del secondo tempo bisogna aspettare il minuto 63 quando Lulic pesca, con un cross a rientrare, Milinkovic sul secondo palo, il serbo controlla il pallone e da buona posizione sciupa spedendo alto il pallone. La risposta del Bologna non si fa attendere e Taider, un minuto più tardi, da fuori scaglia un rasoterra potente che Marchetti deve bloccare in due tempi. Al 69’ altra grandissima occasione per la Lazio che spinge con Felipe Anderson, cross basso in mezzo, interviene Pulgar in scivolata, palla che impatta sul palo e viene respinta da Da Costa sulla linea: proteste dei padroni di casa, ma la goal-line technology sancisce che la sfera non ha varcato la linea. A meno di un quarto d’ora dalla fine, ennesimo miracolo del portiere ospite che respinge con una parata plastica la conclusione al volo di Felipe Anderson. Le occasioni per la Lazio non si contano più e al 79’ ne arriva un'altra con Immobile che riceve dopo la sponda di Keita e da posizione defilata manda fuori.

A partita praticamente conclusa Wallace penetra in area, sfrutta un’incertezza di Pulgar e il difensore emiliano lo stende: calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Immobile che si fa perdonare le tante occasioni sciupate e spiazza Da Costa. Con la rete arriva anche il fischio finale che sancisce il definitivo pareggio. Passo falso, dunque, per la Lazio che ottiene il secondo pareggio  in campionato e aggancia il Napoli in classifica a sette punti di distacco dalla capolista Juventus.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo