17 Maggio 2021

Pubblicato il

Stato di Emergenza

Nuovo Dpcm dal 16 gennaio: divieto spostamenti tra regioni, istituita Area Bianca

di Redazione

Il nuovo Dpcm entra in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo e proroga lo Stato di Emergenza fino al 30 aprile 2021

Roma Capitale
Roma, Fori imperiali

Pronto il nuovo Dpcm di gennaio, attivo dal 16, in piena campagna vaccinale, con tutte le complicazioni derivanti anche dalla crisi di governo. Il Consiglio dei ministri, a quanto si apprende, ha approvato ieri sera il decreto legislativo con le nuove misure anti-Covid.

Dpcm in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo 2021

Il testo proroga anche lo stato di emergenza fino al 30 aprile 2021. Dal 16 gennaio 2021 al 5 marzo 2021, sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse Regioni o province autonome. Ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. In base alla bozza, vengono anche confermati il coprifuoco alle 22 e il limite della visita nei limiti di due persone.

Nel testo si legge infatti che, in ambito regionale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata è consentito, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22.

E nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Eccezioni tra comuni poco popolosi e la nuova Zona Bianca

Nella bozza in esame si legge inoltre che qualora la mobilità sia limitata all’ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5 mila abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini. Con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Il testo, come anticipato oggi in Aula alla Camera dal ministro della Salute Roberto Speranza, istituirebbe anche la cosiddetta area bianca, ossia quella con livelli epidemiologici molto bassi.

In base alla bozza, con ordinanza del ministro della Salute sono individuate le Regioni che si collocano in uno scenario di tipo 1 e con un livello di rischio basso, nel caso in cui nel relativo territorio si manifesti una incidenza settimanale dei contagi, per due settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100 mila abitanti. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Commenti dei nostri lettori

1 commenti trovati