Vuoi la tua pubblicità qui?
24 Settembre 2020

Pubblicato il

Notting Hill compie 20 anni e vi sveliamo qualche curiosità

di Mariagloria Fontana

Notting Hill la commedia con Julia Roberts e Hugh Grant compie 20 anni e Hugh Grant ha rivelato che...

Ha appena compiuto 20 anni, ma non li dimostra, una delle commedie più romantiche della storia del cinema, Notting hill (regia Roger Michell, 1999) con protagonisti Julia Roberts e Hugh Grant. Realizzata a Londra,  naturalmente prende il titolo dall’ omonimo e incantevole quartiere in cui, guarda caso, vive realmente lo sceneggiatore Richard Curtis, che ha all’attivo commedie deliziose e molto amate, tanto per citarne solo alcune: nomination all’Oscar per la sceneggiatura originale di quel piccolo gioiello che è Quattro Matrimoni e un Funerale (regia Mike Newell, 1994), Il diario di Bridget Jones (regia Sharon Maguire,2001), Love Actually (2003, di cui è stato anche regista) e tante altre.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La formula che ha ammaliato gli spettatori di tutto il mondo è stata probabilmente aver imparato la lezione della tradizione della grande commedia americana. Vale a dire: riprendere gli stilemi cari alla sophisticated comedy, un genere in voga negli anni Trenta nella Hollywood d’oro fatta da registi quali Ernst Lubitsch, Howard Hawks, Frank Capra e sceneggiatori come Ben Hecht, Robert Riskin, a sua volta genere ripreso dagli altrettanto formidabili registi degli anni Cinquanta come Billy Wilder e George Cukor. Infatti, Notting Hill, sebbene scritta da un inglese e ambientata e girata a Londra, risente moltissimo dello stile di registi come Wilder, basti pensare a Sabrina, o a Cukor, Donne e Scandalo a Philadelphia. Tanto è vero che la Roberts ha quell’eleganza innata simile a dive del passato come Audrey Hepburn e Grace Kelly, alle quali ha dichiarato Richard Curtis di volersi rifare mentre scriveva il personaggio della star Anna Scott.

Una favola d’amore contemporanea tra un libraio, William Thacker/Hugh Grant, meta di pellegrinaggio e proposte di matrimonio è ormai la libreria The Notting Hill Bookshop dove in parte sono state girate alcune scene del film: "Negli ultimi 5 anni, abbiamo registrato un aumento di richieste di questo genere", ha spiegato al Telegraph James Malin, co-proprietario con il fratello Howard del negozio al numero 13 di Blenheim Crescent. "Vengono da ogni parte del globo. Abbiamo avuto persone da Australia, America, Cina e Giappone", e la star del cinema Anna Scott/Julia Roberts.

Un amore apparentemente impossibile e un happy end degno di tale definizione e del ‘’e vissero per sempre felici e contenti’’. Battute esilaranti, una su tutte quella di ‘’Cavalli e Segugi’’, attori eccellenti, personaggi scombinati e parodistici come il coinquilino scellerato di Hugh Grant, location da favola e una colonna sonora strepitosa: chi quando sente la canzone She (l’originale è ‘’Lei’’ di Charles Aznavour) nella versione di Elvis Costello non pensa a Notting Hill?

Qualche curiosità che riguarda il film. La più singolare è che Hugh Grant non amava baciare Julia Roberts, perché aveva la bocca troppo grande, parole sue.

Julia Roberts ha ricevuto per questa interpretazione un cachet di ben 15 milioni di dollari.

La casa, almeno l'esterno, la porta, di William/ Hugh Grant era la casa  dello sceneggiatore del film Richard Curtis, situata al 280 Westbourne Park Road, ma gli interni sono stati ricreati sui set. Gli esterni sono stati girati principalmente  a Notting Hill e Portobello Road.

La panchina, dove William e Anna alla fine del film leggono mentre lei distesa rivela  una pancia da gestante, dopo il film  fu acquistata all'asta da un australiano che la regalò alla sua fidanzata. Qualche tempo dopo la relazione finì e la panchina fu donata al Queen Gardens, un parco in Australia.

Le scene girate nel bellissimo Hotel Ritz sono state filmate dalle due alle quattro del mattino per non fastidiare i facoltosi clienti.

Il produttore, Duncan Kenworthy, e lo sceneggiatore, Richard Curtis, sono i medesimi di Quattro matrimoni e un funerale, reclutati in forza dopo il clamoroso quanto inaspettato successo internazionale del film del 1994.

Nel 2006 il film ha avuto anche un remake bollywoodiano: Quando torna l’amore.

Notting Hill è sicuramente un film da rivedere, ma Londra è sempre una meta da riscoprire.

 

Leggi anche:

Reportage. New York romantica come nelle commedie americane

Sposerete sistematicamente la persona sbagliata, ma è sempre stato così

Una società, la nostra, fondata più sulla morte che sull'amore

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento