Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Settembre 2020

Pubblicato il

Nasce “Immuni” la nuova App per tracciare contagi da Covid-19, dubbi e polemiche

di Giulia Bertotto

La nuova applicazione non sarà obbligatoria e funzionerà tramite Bluetooth

La nuova applicazione per cellulari è stata progettata dall'azienda Bending Spoons e ha come obiettivo quello di dirci se siamo venuti in contatto con una persona che è risultata possitiva al nuovo virus Sars-coV2. L'app dovrebbe essere molto importante durante la complessa Fase 2, che prevede la riapertura delle attività, delle aziende e la circolazione di persone, ma senza aggregazioni e assembramenti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Domenico Arcuri, commissario straordinario per l'emergenza sanitaria ha firmato ieri, 16 aprile, la stipula del contratto di cessione gratuita della licenza per questo sistema. 

L'applicazione non sarà obbligatoria ma facoltativa e sfrutterà la tecnologia Bluetooth. Il mondo della sociologia, dell'antropologia della filosofia sono incerti sugli effetti sociali e la liceità etica di questi sistemi di controllo e tracciamento dei nostri contatti e spostamenti. La domanda è infatti, fino a che punto la tutela da un eventuale contagio e la difesa della salute possono sovrapporsi arrivando al punto di entrare in conflitto con la privacy e la libertà individuale del cittadino. 

La trama di un film? No, cronaca di oggi. 

Leggi anche: 

Economia, dalla Ue (di nuovo) soltanto parole, parole, parole…

Confsal Unsa Beniculturali al Ministro PA: Valuti il differimento ferie residue

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento