22 Giugno 2021

Pubblicato il

Nasce “Immuni” la nuova App per tracciare contagi da Covid-19, dubbi e polemiche

di Giulia Bertotto

La nuova applicazione non sarà obbligatoria e funzionerà tramite Bluetooth

La nuova applicazione per cellulari è stata progettata dall'azienda Bending Spoons e ha come obiettivo quello di dirci se siamo venuti in contatto con una persona che è risultata possitiva al nuovo virus Sars-coV2. L'app dovrebbe essere molto importante durante la complessa Fase 2, che prevede la riapertura delle attività, delle aziende e la circolazione di persone, ma senza aggregazioni e assembramenti.

Domenico Arcuri, commissario straordinario per l'emergenza sanitaria ha firmato ieri, 16 aprile, la stipula del contratto di cessione gratuita della licenza per questo sistema. 

L'applicazione non sarà obbligatoria ma facoltativa e sfrutterà la tecnologia Bluetooth. Il mondo della sociologia, dell'antropologia della filosofia sono incerti sugli effetti sociali e la liceità etica di questi sistemi di controllo e tracciamento dei nostri contatti e spostamenti. La domanda è infatti, fino a che punto la tutela da un eventuale contagio e la difesa della salute possono sovrapporsi arrivando al punto di entrare in conflitto con la privacy e la libertà individuale del cittadino. 

La trama di un film? No, cronaca di oggi. 

Leggi anche: 

Economia, dalla Ue (di nuovo) soltanto parole, parole, parole…

Confsal Unsa Beniculturali al Ministro PA: Valuti il differimento ferie residue

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento