Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Novembre 2021

Pubblicato il

Municipio XI, Fratelli d’Italia in solidarietà dei due marò

di Redazione
Proposta, per il giorno dell'udienza, l'esposizione della loro gigantografia

Continua l'impegno di Fratelli d'Italia per impedire che si dimentichi il caso dei due marò detenuti in India dal 2012, caso che non sembra mai avvicinarsi ad una conclusione positiva. Questa volta FdI Municipio XI ha proposto che il giorno della prossima udienza, prevista per il 31 luglio, sia esposta una gigantografia di solidarietà nei confronti di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Il tribunale speciale indiano che si occupa del caso in cui sono coinvolti Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, dopo aver preso atto della sospensione del procedimento penale decisa il 28 marzo 2014 dalla Corte Suprema impedendo che la polizia dell’antiterrorismo proseguisse le indagini e formulasse i capi di accusa, ha deciso di rinviare l’udienza al 31 luglio 2014. 

Il  diritto alla difesa è un diritto fondamentale di cui non si può privare l’individuo e l’India è chiaramente in violazione dell’art. 9 del Patto sui diritti civili e politici delle Nazioni Unite. Inoltre, il Municipio XI è molto sensibile alle questioni Internazionali così come accaduto nel mese di maggio quando il Consiglio ha deliberato alcune azioni di solidarietà per la liberazione delle 223 studentesse rapite in Nigeria.
Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale chiede quindi – attraverso la mozione n. 53214 – al Presidente del Municipio Roma XI di affiggere, proprio giovedì 31 luglio 2014, su una facciata delle sedi istituzionali municipali una gigantografia con la foto dei Marò come forma di solidarietà sino alla data del loro ritorno in Italia".
 
Lo dichiara in una nota Valerio Garipoli, capogruppo di Fratelli d’Italia e Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza in Municipio XI.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo