21 Settembre 2021

Pubblicato il

Multe, gli incassi a Roma crollano del 24%

di Redazione
Il report del Sole 24 Ore. A Roma 65,3 euro per patentato nel 2014
roma ausiliari del traffico

Calano gli incassi: a Roma, tra il 2013 e il 2014, si registra un calo del 23,8% degli incassi delle multe. Lo scorso anno, nella Capitale, si è registrato un incasso di 65,3 euro per patentato, per un totale di 117,5 milioni, in diminuzione di quasi un quarto rispetto al totale dell'anno precedente.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I dati sono stati diffusi dal report appositamente dedicato del Sole 24 Ore, che assegna a Roma un 85,5% dal punto di vista della capacità di riscossione delle multe in generale. Tra le grandi città fanno meglio Bologna che è prima in Italia con capacità piena di riscossione; seguono Bari, Venezia, Palermo, Genova, Milano, Torino.

Sempre nella Regione Lazio, per quanto riguarda il trend degli incassi a patentato, Rieti registra 67,6 euro (2,1 i milioni di introito totale nel 2014) per un calo del -3,7%. Il calo degli incassi dalle multe più consistente nel Lazio, tuttavia, è quello di Viterbo: con 16,3 euro a patentato e 0,7 milioni totali, la flessione è del -57,3%. In classifica anche Latina, che accusa sul 2013 un calo degli incassi pari al -22,4%: 14,6 gli euro a patentato, 1,1 i milioni di introito totale.

Il report del Sole 24 Ore prende in considerazione la capacità di riscossione nei Comuni italiani secondo un indicatore sintetico nel periodo 2008-2012. Si tratta dei 5 anni nei quali è stata avviata la riforma del settore, quella che annunciava l'uscita di Equitalia dalla riscossione locale: partita nel 2011, non è mai stata completata e, in realtà, avrebbe moltiplicato le incertezze.

I dati, in ogni caso, dicono che oggi, in media, ogni 100 euro chiesti agli automobilisti in Italia ne mancano circa 40 all'appello, e solo una parte di questi viene recuperata con la riscossione coattiva negli anni successivi. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo