24 Luglio 2021

Pubblicato il

Roma. Muffa e liquami, scuola di via S. Rita da Cascia inagibile

di Redazione

Una somma urgenza dichiarata già nel settembre 2014, ma mai considerata. Il 7 novembre la scuola ha chiuso

Somma urgenza, ovvero ‘urgenza urgentissima’, “una cosa da fare subito, qui, adesso, ora e che non si può assolutamente procrastinare”. Lo diciamo con le parole di Fabio Tranchina, consigliere M5S in Municipio VI delle Torri. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

“L’articolo 147 del D.P.R nr. 554 del 1999 – spiega Tranchina – dice letteralmente: ‘In circostanze di somma urgenza che non consentono alcun indugio, il soggetto fra il responsabile del procedimento e il tecnico che si reca prima sul luogo, può disporre, contemporaneamente alla redazione del verbale di cui all’articolo 175 la immediata esecuzione dei lavori entro il limite di 200.000 euro o comunque di quanto indispensabile per rimuovere lo stato di pregiudizio alla pubblica incolumità’ “.

Se piovesse nell’aula dove vostro figlio passa fino ad otto ore della propria giornata – chiede Tranchina – se i tombini nel giardino rigurgitassero liquami, se le aule fossero invase da macchie di insalubre muffa, se per usufruire della mensa dovesse percorrere un tratto all’aperto e allo scoperto tra l’aula e la piccola sala adibita a mensa con qualsiasi tempo, pioggia inclusa, non vi verrebbe in mente la frase ‘somma urgenza’? “A noi si” – risponde. 

Queste sono le condizioni in cui, ahinoi, versa la scuola dell’infanzia di via S. Rita da Cascia a Roma. Ma facciamo un passo indietro.

Il 10 settembre 2014, l’UOT “inoltrava una richiesta di riscontro – spiega Tranchina – con tutta la documentazione attestante la somma urgenza (consultabile qui) al SIMU”, situazione poi confermata dal sopralluogo della Commissione Lavori Pubblici effettuato in data 5 novembre. L’assessore ai Lavori Pubblici e Salvaguardia Mondo Animale del Municipio Roma VI delle Torri, Valter Mastrangeli, però rispondeva “di non dover dare nessun parere preventivo” (consultabile qui) circa l’attivazione di ‘somma urgenza’. 

Il 7 novembre 2014 la scuola è stata dicharata inagibile ed è stata chiusa. Pertanto, i due consiglieri M5S del Municipio VI Veronica Mammì e Fabio Tranchina, hanno presentato la richiesta di dimissioni irrevocabili dell’assessore Mastrangeli (consultabile qui), richiesta che sarà discussa in occasione della prossima seduta consiliare. Per gli stessi motivi, come M5S Roma, è stata fatta una richiesta di accesso agli atti (consultabile qui) “anche per dare voce – spiegano Mammì e Tranchina – a tutti quelle mamme e quei papà che sono venuti in Commissione, in sopralluogo, in Consiglio e che anche stamattina erano in Municipio per far valere i propri diritti e per difendere i propri figli”.

*Le foto dell’articolo sono state reperite a questo link: http://www.meetup.com/M5S-Municipio-VI-Roma/photos/25647412/#430174122, dove è possibile consultare la gallery completa.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento