23 Ottobre 2021

Pubblicato il

Mazzillo: “Con emendamento ‘lotta a casta’, 81 milioni per 2017”

di Redazione
"Abbiamo operato tagli agli sprechi e soprattutto ci saranno più risorse per i cittadini. Bisogna far pagare a tutti non tanto, ma il giusto"

"Abbiamo adottato in Giunta un provvedimento importante e oggi Roma riparte. L'emendamento di Giunta è una manovra da 81 milioni di euro per il 2017 con 110 milioni di investimenti nel prossimo triennio. Tutto questo rispettando i vincoli di finanza pubblica". Lo ha detto l'assessore capitolino al Bilancio, Andrea Mazzillo, durante la conferenza stampa in Campidoglio per l'illustrazione dell'emendamento al bilancio di previsione 2017-2019.

"Abbiamo operato tagli agli sprechi e soprattutto ci saranno più risorse per i cittadini. Il primo principio che ci ha ispirato è quello della trasparenza e della legalità che per noi è fondamentale- ha proseguito Mazzillo- Questa città ha bisogno di sviluppo, investimenti, cura, manutenzione e sicuramente tanto impegno. Si riparte con risorse ed equità, bisogna far pagare a tutti non tanto, ma il giusto".

Con il previsionale 2017 "abbiamo puntato innanzitutto verso l'interno, sulla ''casta'': abbiamo rivisto le dotazioni finanziarie del gabinetto del sindaco e dell'Assemblea capitolina e abbiamo trovato 4,5 milioni in più per i cittadini. Nell'emendamento recuperiamo in totale 40 milioni di euro dalla lotta agli sprechi, con molti risparmi anche da utenze e da rivisitazioni dei contratti".

Con il previsionale, ha ricordato l'assessore, "diminuiscono le tasse, in particolare la Tari dell'1,6% e non c'è nessun aumento del tariffone, ma aumentano servizi e investimenti, tutto questo rispettando i vincoli di finanza pubblica. Abbiamo 28 milioni ''salvati'' di fondi per il Giubileo e 25 milioni di maggiori entrate più 18,5 dal ''tesoretto'' del fondo di riserva. Da questo derivano maggiori spese per oltre 72 milioni per servizi e manutenzione, di cui 24 per la manutenzione urbana, 17,5 per la scuola, 9 per l'ambiente e 3 per l'urbanistica".

Non solo l'impianto della manovra, la Giunta stamattina ha approvato anche un emendamento sul Dup, il Documento unico di programmazione "che ci aiuta a capire dove vogliamo andare nel prossimo futuro" imperniato su un ''piano entrate'' con cui "prenderemo le risorse non da chi le versa, ma da chi non le versa grazie al contrasto all'evasione: ci sarà il potenziamento di AequaRoma per la riscossione degli arretrati e una cooperazione con l'Agenzia delle entrate.

Procederemo poi all'internalizzazione della Tari– ha continuato l'assessore- e anche alla valorizzazione degli immobili comunali con la stessa attenzione di un buon padre di famiglia, ovvero mettendoli a reddito a valori di mercato tramite l'integrazione delle base dati e ragionando su un'idea di città e con nuovi regolamenti su concessioni, impianti sportivi, beni confiscati alla criminalità e fondi". (Ag. Dire)

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo