11 Aprile 2021

Pubblicato il

Le “feuilles mortes” a Roma innescano l’ennesimo “caso” politico

di Redazione

Mentre maggioranza e opposizione si combattono a colpi di comunicati stampa le foglie continuano a cadere copiose sulle strade della Capitale, generando non pochi problemi ad auto e pedoni

Le foglie morte cadono a mucchi come i ricordi e i rimpianti e il vento del nord le porta via.

Ai politici romani alle prese con la caduta delle foglie autunnali non verranno certamente in mente né i bellissimi versi della famosa poesia di Jacques Prevert né la delicata melodia della bellissima canzone interpretata da Yves Montand. Le foglie che continuano a cadere senza sosta evidenziando la difficoltà oggettiva del dover operare su un territorio vastissimo come quello del Comune di Roma anche per quella che dovrebbe essere gestione ordinaria di una Amministrazione.

Le foto che accompagnano questo articolo sono state scattate a Viale Palmiro Togliatti, davanti alla più importante sede amministrativa del V Municipio nonché sede della Polizia municipale del territorio. Si può vedere come alcune foglie siano cadute di recente ma altre sono lì da prima della pioggia di questi giorni. La situazione è abbastanza preoccupante soprattutto per i pedoni che debbono stare attenti a come muoversi per evitare di scivolare e per le caditoie che, se ci sono, non si riescono a vedere. 

“Stiamo lavorando senza sosta con questo piano di pulizia supplementare che si aggiunge ai servizi ordinari di raccolta rifiuti e pulizia stradale. Siamo partiti dalle situazioni più critiche sulla base delle segnalazioni che abbiamo ricevuto. Il piano tiene conto, infatti, oltre che della rete stradale alberata, delle comunicazioni tra le strutture tecniche e operative di AMA e Protezione Civile che ci hanno aiutato ad individuare le zone più a rischio”, dichiara in una nota Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

Mentre su Facebook il sindaco Virginia Raggi elenca i numeri degli interventi programmati "Roma Capitale e AMA hanno sviluppato una programmazione mirata e ciclica d’interventi di spazzamento e rimozione del fogliame su 1.035 strade alberate. L’opera di pulizia dei marciapiedi, dei tombini e delle caditoie è stata intensificata per i mesi invernali, a partire da novembre, periodo in cui si accentua il fenomeno di caduta delle foglie. Si procederà fino a fine gennaio con lo spazzamento meccanizzato di Ama. Complessivamente, verranno effettuati 8.261 passaggi sulle oltre mille strade per un totale di 8.845 Km percorsi. Solo nel mese di dicembre saranno più di 100 le squadre di operatori Ama a lavoro per le attività di spazzamento e rimozione delle foglie. Le operazioni sono svolte ogni giorno con spazzatrici, soffianti, aspiratori ed altre attrezzature specifiche".

L'opposizione commenta con ironia e sarcasmo   "Da @daniele_diaco annunci come @Capitan_ovvi0 per rivestire dichiarazioni normali di un’aria importante: udite, udite hanno spazzato le foglie in alcune strade romane. Tra un po' ci annuncerà che lui butta la carta nel cestino dei rifiuti: che notizione!!!" afferma sui social Ilaria Piccolo, consigliere comunale del PD in riferimento a un post FB di Daniele DIaco, consigliere M5S, "Garantire ai cittadini romani un ambiente decoroso e salubre è una mission prioritaria per l'attuale Amministrazione. L' Assessorato alla Sostenibilità Ambientale e la Commissione Ambiente sono impegnati quotidianamente in una continua e capillare cura del territorio, per preservarne il decoro e la pulizia. Indispensabile, in tal senso, il prezioso operato del personale Ama, che ieri ha provveduto alla raccolta del fogliame in viale Giulio Cesare nell'ambito del Piano Foglie del Campidoglio. Lavoriamo per una Roma sempre più pulita, salubre e a misura di cittadino."

"Continuano le bugie e le prese in giro a 5 stelle. La città è allagata a causa di tombini ostruiti e cumuli di foglie non raccolte. Eppure @Paolo__Ferrara sosteneva di averle raccolte preventivamente. Le avrà raccolte prima che cadessero dagli alberi!" conclude Ilaria Piccolo in riferimento a un tweet del consigliere M5S Paolo Ferrara del ‏ 15agosto "Le foglie con le vecchie amministrazioni si spazzavano in ritardo a ottobre. Poi pioggia e allagamenti. Ecco come cambia #Roma #Ostia".

La situazione dovrebbe comunque normalizzarsi nei prossimi giorni "Prosegue e si è intensificato il piano straordinario predisposto da Ama, in collaborazione con l’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale, per la rimozione di foglie, aghi di pino, detriti in prossimità degli imbocchi di tombini e caditoie stradali di vie alberate e/o a forte pendenza di tutto il territorio comunale. Sono già stati infatti potenziati i servizi dedicati di spazzamento intensivo del fogliame con ulteriori squadre, che saranno a dicembre più di 100, affiancate agli operatori aziendali impegnati nelle attività giornaliere di pulizia. Oltre 550 le tratte stradali di tutti i 15 municipi interessate in questa settimana da interventi mirati" comunica in una nota Ama.

"In particolare, tra oggi e domani (30 novembre e 1 dicembre), squadre e mezzi aziendali saranno impegnati in oltre 220 strade tra cui largo Somalia, via Chiana, viale del Policlinico, viale dell’Università, via Pietro Silva, via Fumagalli, via Satrico, piazza Ragusa, via Consolini, via dell’Automobilismo, via Capitan Bavastro, viale Arturo Martini, via Anastasio II, via Leone XIII e tratte stradali di via Nomentana, viale Regina Margherita, viale Palmiro Togliatti, via di Torre Maura, via della Grande Muraglia, via di Valle Aurelia, via Mattia Battistini, via di Boccea" conclude la nota.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento