21 Ottobre 2021

Pubblicato il

Lavorare a Roma: ecco i mestieri che non conoscono crisi

di Redazione
Il mercato del lavoro sta conoscendo una lenta risalita, che mette ovviamente in primo piano alcuni mestieri davvero duri a morire

In un momento di ripresa dalla crisi economica che ha colpito il nostro Paese, il mercato del lavoro sta conoscendo una lenta risalita, che mette ovviamente in primo piano alcuni mestieri davvero duri a morire e che, nonostante tutto, ancora oggi assicurano un gran numero di assunzioni. Ed è davvero semplice accorgersi di ciò, una semplice ricerca sul web può convincervi in pochi minuti: visitando ad esempio la pagina di Jobrapido con varie offerte di lavoro a Roma, potete trovare subito opportunità molto interessanti, un segnale che il lavoro ancora c’è, soprattutto per quei mestieri che non si lasciano sconfiggere dalla crisi.

Mercato del lavoro: i mestieri che non conoscono crisi

La crisi ha colpito indistintamente sia aziende che lavoratori, ma esistono delle eccezioni a questa verità che mettono in risalto la furbizia di chi, anzitempo, ha deciso di investire il proprio tempo ed il proprio denaro nella preparazione a mestieri che, oggi, assicurano una quantità di posizioni lavorative aperte davvero sorprendente. Parliamo ad esempio di alcune professioni legate al mondo dell’eno-gastronomia e del dolciario: come ad esempio i gelatai ed i pasticceri, ricercatissimi dalle imprese dello Stivale, ed i panettieri, i quali possono addirittura contare sul 40% delle richieste di impiego in questo settore. Si tratta di professioni che assicurano un posto di lavoro, anche per via della scarsa concorrenza sul mercato e del boom dei prodotti nostrani, sia a livello locale che di export.

Le altre professioni molto ricercate: fra estetica e lavori manuali

I lavori manuali sono ancora oggi un trend davvero difficile da sconfiggere, e non è un caso che professionisti come gli installatori di serramenti e di infissi siano ricercatissimi non solo dalle aziende, ma anche dai privati: in questo caso, infatti, parliamo addirittura dell’83% di richieste vacanti sul mercato. Lo stesso discorso vale anche per i giardinieri, i falegnami, gli idraulici, i meccanici, i fabbri e per i professionisti specializzati nell’installazione di pannelli fotovoltaici, richiestissimi per via del boom della Green Economy. Inoltre, da sottolineare anche il successo che sta conoscendo in questo periodo il settore legato agli estetisti e ai parrucchieri: due figure che trovano spesso lavoro, anche per via di una richiesta da parte delle clienti che è andata decisamente oltre al taglio delle spese effettuato per contrastare la crisi economica.

Nuovi lavori: come superare la crisi anticipando le tendenze

Non solo tradizione e vecchie professioni dure a morire, ma anche nuovi lavori frutto dell’inventiva e della capacità di anticipare tendenze e mercati. Parliamo ovviamente delle professioni legate alla comunicazione e al digitale, soprattutto se consideriamo figure come l’app developer, sempre più richiesto non solo dalle aziende che si occupano di digitale ma anche dalle nuove attività legate al food e alle consegne a domicilio. Inoltre, il successo di questo comparto assicura ancora oggi tanto lavoro sia per i web designer che per coloro che si occupano di promozione su Internet, senza poi considerare gli ingegneri informatici e gli specialisti in tecnologie cloud e big data.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo