Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Dicembre 2022

Pubblicato il

La Juve cala il doppio poker: 4 a 0 e quarta Coppa Italia consecutiva

di Redazione
Doppietta di Benatia, Douglas Costa e autorete di Kalinic. E' la 13a Coppa Italia in bacheca per i bianconeri

Ennesimo trionfo per la Juventus di Allegri che continua a macinare record su record e a dimostrare una supremazia all’interno dei confini nazionali addirittura imbarazzante.

Quarta Coppa Italia consecutiva per i bianconeri e settimo scudetto di fila ormai virtualmente cucito sul petto. Numeri impressionanti, che dimostrano come il calcio italiano stia diventando una dittatura bianconera.

La finale contro il Milan è stata equilibrata per un tempo: Allegri mette in panca a sorpresa Higuain e schiera Mandzukic al centro dell’attacco, Gattuso prova a limitare i danni affidandosi al fischiatissimo ex Bonucci. Le squadre nella prima frazione si studiano, si prendono le misure, il ritmo in campo è quasi da amichevole: sono pochissime le occasioni degne di nota.

Nella ripresa viene fuori l’attuale enorme differenza fra le due squadre: la Juve entra in campo decisa a conquistare la Coppa: accelera, ci mette la testa, l’esperienza e dilaga. Arriva il gol che non t’ aspetti: Benatia al minuto 11′ svetta più alto di tutti su azione di corner e sblocca il risultato. Passano 5′ e Donnarumma non trattiene un tiro da fuori area tutt’altro che irresistibile di Douglas Costa: 2 – 0.

Il portiere rossonero non è nella migliore delle sue serate e bissa l’errore, non trattenendo un colpo di testa di Mandzukic ancora sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina: la palla resta lì e Benatia è il più rapido a firmare il 3-0. Prima doppietta in maglia bianconera per il difensore marocchino, è il minuto 19′ e per il Milan le speranze di alzare la Coppa si chiudono quì.

Il contraccolpo psicologico è troppo forte per i rossoneri che affondano definitivamente: ancora un corner battuto a rientrare da Pjanic, colpo di testa di Kalinic (appena subentrato a Cutrone) a liberare, che invece si insacca nella sua porta: 4 – 0 e triplice fischio.

La Juve esulta e colleziona il suo quarto “double” consecutivo, il Milan dovrà adesso conquistarsi l’Europa League attraverso il piazzamento in campionato.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo