Investimenti finanziari: il successo delle piattaforme di trading è destinato a durare?

5

Il settore degli investimenti finanziari online è in continua crescita. Fare una stima reale di quello che è stato l’aumento delle persone che si sono avvicinate a questo mondo aprendo un account di trading online è praticamente impossibile, però basta dare un’occhiata ai comunicati pubblicati dai broker nei mesi passati per rendersi conto dell’entità del fenomeno. Ad esempio, il gruppo XTB tra il 2019 ed il 2020 ha registrato una crescita degli utenti attivi del 135%.

Il broker eToro sempre durante lo stesso periodo ha praticamente raddoppiato i suoi iscritti e giusto un anno fa ha tagliato il prestigioso traguardo dei venti milioni di utenti nel mondo. Ma il fenomeno è ancora in corso: in termini di ricavi, Plus 500 nel corso del primo trimestre di quest’anno ha segnato un +33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, che già aveva portato ottimi numeri. Le piattaforme di trading continuano quindi ad essere ancora le grandi protagoniste del settore.

Cosa sono le piattaforme di trading e che importanza hanno

Chi non ha molta dimestichezza con i termini del trading, probabilmente si starà chiedendo cosa siano in realtà queste piattaforme di cui si parla tanto. Fondamentalmente sono dei software che degli intermediari specializzati noti come broker mettono a disposizione dei loro utenti per interfacciarsi con i mercati finanziari. In pratica, tramite queste piattaforme è possibile negoziare i vari asset: in alcuni casi in modo diretto (con l’acquisto) ed in altri in modo indiretto (tramite i CFD).

I broker che svolgono attualmente la loro attività anche in Italia sono davvero tanti. Un trader alle prime armi potrebbe pensare che siano tutti uguali, ma non è affatto così, anzi. Il momento in cui si sceglie il proprio intermediario di riferimento rappresenta un punto importante per la carriera di ogni trader. Per avere la certezza di individuare quello che risponda al meglio alle proprie necessità, si possono prendere in considerazione le piattaforme per il trading selezionate da startborsa.com, portale di riferimento nel mondo degli investimenti digitali che mette a disposizione degli utenti guide, recensioni e contenuti sempre aggiornati.

Come scegliere il giusto intermediario per gli investimenti finanziari online

Le offerte tra un broker e l’altro possono essere diverse in termini di asset negoziabili, costi, servizi e strumenti a disposizione dell’utente; ma anche le piattaforme sono differenti tra loro in termini di interfaccia, intuitività, completezza e così via. I fattori di cui si deve tenere conto nella scelta dell’intermediario sono quindi molti. I primo filtro è rappresentato dalla regolamentazione: devono essere valutati solo broker che hanno ottenuto una licenza da un’autorità di viigilamza europea e che hanno l’autorizzazione della Consob per poter operare in Italia.

Dopo questa prima “scrematura” è possibile prendere in considerazione tutti gli altri aspetti a cui abbiamo fatto riferimento prima, ma anche altri, come ad esempio la presenza di una sezione dedicata alla didattica, l’entità del deposito minimo, la possibilità di operare anche in mobilità tramite un’applicazione per smartphoene. Per poterlo fare è necessario conoscere le caratteristiche dei vari broker e delle loro piattaforme di trading.

Broker a confronto: chi offre la migliore piattaforma?

Il primo nome che si fa di solito quando si parla di piattafomre di trading è quello di eToro. Il broker permette di accedere alle sue piattaforme tramite qualsiasi tipo di dispositivo e consente di investire in modo diretto in azioni e criptovalute e di negoziare in CFD diverse categorie di asset. Ha un serivizio clienti multilingua, permette di usare il conto demo ed è il re de Copy Trading. Capital.com offre una piattaforma in grado di aiutare gli utenti grazie all’intelligenza artificiale e dispone di materiale didattico e formativo di alta qualità.

Plus 500 è un altro nome molto noto in questo settore: la piattaforma ha un’interfaccia chiara e l’utente può utilizzare svariati strumenti di analisi; ovviamente non manca il conto demo gratuito ed i costi a carico del trader sono abbastanza contenuti. Capex.com è un broker in crescita: permette di negoziare più di 2.000 asset tramite i CFD, offre ampie garanzie in termini di affidabilità e solidità e dà accesso a QuantX, una piattaforma studiata per la creazione di portafogli diversificati.