Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Agosto 2020

Pubblicato il

Insieme uniti

Intervista ad Erika Zoi, autrice de “La Supplica del mondo”

di Redazione

Questo progetto è stato ideato ed è stato subito pretenzioso. Erika Zoi ha pensato che 100 partecipanti fossero il numero giusto per realizzarlo

Erika Zoi
Erika Zoi

Chi è Erika Zoi? 3 aggettivi che ti definiscono: 

Non fa parte della mia personalità darmi degli aggettivi. Sto constatando, dai messaggi che mi arrivano da chi mi conosce e mi vuole bene, che mi definiscono cosi: instancabile, passionale, persona molto sensibile.

Quale l’episodio che ti ha ispirato la supplica?

In un determinato periodo sono stata particolarmente colpita dal male che arrechiamo alla natura e agli animali.  Le immagini dell’orso polare che muore sull’ultimo blocco di ghiaccio, la rude caccia alle foche della Groenlandia, le guerre, i bambini innocenti, scuotendo la mia sensibilità hanno dato inizio alla nascita di questo brano.  Ecco “La Supplica del mondo” è venuta alla luce da questo mio stato d’animo.

Erika Zoi

Quanto è stato difficile realizzare questo progetto?

Vuoi la tua pubblicità qui?

Questo progetto è stato ideato ed è stato subito pretenzioso. Ho pensato che 100 partecipanti fossero il numero giusto per realizzarlo. Ne ho parlato con il mio staff ed abbiamo subito accolto la sfida. Questi 100 partecipanti sono persone che ho voluto fortemente dentro, persone di cui apprezzo pregi e sensibilità. 

Erika Zoi e un gruppo di lavoro straordinario

Partendo dal fatto che è una produzione indipendente, la realizzazione del progetto è stata complessa per la gestione, i mezzi e le risorse, tenendo conto anche delle difficoltà del distanziamento sociale imposto dall’emergenza sanitaria in cui è stato realizzato. Ciascuno dei partecipanti con i soli mezzi propri ha realizzato ed inviato i propri video. Sono arrivati circa 400 video alla produzione, che ne ha selezionati 100 come da progetto, e li ha sottoposti ai vari processi audio video editing.

Non è stato facile realizzarlo, ma con il supporto di tutti i partecipanti che hanno lavorato, ognuno nelle proprie case, con entusiasmo e gioia nemmeno difficile!

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Proprio perché non è stato possibile far partecipare tutti gli interpreti professionisti, sta nascendo un altro progetto con professionisti e cercheremo di coprire le richieste provenienti da varie regioni d’italia.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Commenti dei nostri lettori

5 commenti trovati