Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Gennaio 2022

Pubblicato il

Novità in radio

Intervista a Julian Borghesan: la rivoluzione Avanti Pop sta per scoppiare

di Marco Vittiglio
"Una nuova avventura è sempre un grande stimolo per chi, come me, si occupa di comunicazione", parola di Julian Borghesan
Julian Borghesan
Julian Borghesan

“Una nuova avventura è sempre un grande stimolo per chi, come me, si occupa di comunicazione ed essere stato coinvolto nel nuovo progetto RAIPLAY SOUND, è motivo di orgoglio”. Parola di Julian Borghesan, intervistato dal nostro Marco Vittiglio.

Che cos’è Raiplay Sound?

E’ la nuova piattaforma Rai dedicata al mondo dell’ascolto digitale – firmata Rai Play – e come ha spiegato Roberto Sergio – direttore di Rai Radio – è il presente ed il futuro per l’ascolto, una nuova offerta che apre l’era del “total audio”. Oltretutto è la più grande piattaforma italiana esistente oggi sul mercato, che oltre a tutte le dirette dei canali Radio Rai e alla possibilità di riascoltare le trasmissioni radio preferite, propone anche contenuti Originali firmati RaiPlay Sound : i podcast.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Lo dici con un pizzico di orgoglio…

Si è vero, perché collaboro con questa straordinaria azienda che è la Rai da molti anni e quando si parla di innovazione, significa esaudire le esigenze di un pubblico sempre più ampio e sempre più attento, a passo con i tempi e aperto alle trasformazioni. L’invito della direzione di Radio Rai a realizzare un podcast per la nuova piattaforma, mi ha fatto sentire uno di casa, considerato per quello che fa e per tutto ciò che posso dare a questa azienda.

Che cos’è Avanti Pop?

E’ un’idea che nasce da un incontro con Marcello Villella, noto autore Rai, con il quale condivido la passione per la musica e le curiosità del tempo. AVANTI POP è un viaggio attraverso volti, canzoni, avvenimenti, mode e tendenze, frammenti sonori che hanno ‘rivoluzionato’ la nostra vita e la nostra società. Il progetto podcast, che inizialmente comprende 10 puntate https://www.raiplaysound.it/programmi/avantipop è una piccola affascinante ‘piece- teatrale’dal ritmo ultra rapido e dal taglio moderno, che partendo da un avvenimento o un personaggio ‘rivoluzionario’, si sviluppa in una forma apparentemente conflittuale, in uno spericolato gioco di ‘influenze’ e ‘coincidenze’utilizzando materiali audio spesso inediti , interviste ‘destrutturate’ di testimoni e protagonisti del tempo.

Fammi un esempio…

Immaginati di salire su una macchina del tempo e partendo dai Beatles e dalle loro canzoni, vivere un racconto che ti avvolge toccando diversi periodi e generi musicali, grandi avvenimenti e grandi successi discografici italiani e internazionali, con retroscena segreti e curiosità che il grande pubblico ancora non conosce.

Questo è Avanti Pop! Un modo diverso di raccontare la storia.

E nel frattempo continui a lavorare in radio…

Fortunatamente si e come ti dicevo prima, sono felice e mi sento privilegiato di potere fare il lavoro che amo di più. Come conduttore e autore ho iniziato circa 25 anni fa, perché in pratica me le scrivevo e me le cantavo! Poi la vita mi ha portato in Rai e da più di 15 anni è diventata come una seconda casa. Attualmente alla radio conduco su Radio1 – il ‘Discosveglia’ la mattina dalle 5 alle 6 il giovedì e il venerdì mattina e su Rai Radio Tutta Italiana, il programma ‘Lui, Lei e…Loro’ che guarda caso è un po’ come un viaggio nel tempo tra gli anni 60/70/80 alla scoperta di grandi successi musicali e curiosità dal passato.

Un’ultima cosa. La Televisione?

Questa domanda fatta da te mi fa sempre molto piacere, considerando la tua professionalità, non solo come giornalista, ma come critico televisivo, e qui ti faccio io i complimenti per lo spazio condotto su Radio Radio. Dicevamo la televisione… Sì, mi piacerebbe condurre qualcosa, hai visto mai che il 2022 sia l’anno buono! Intanto però mi concentro sulla radio e sul magico mondo dei podcast.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo