10 Giugno 2021

Pubblicato il

Forse però occorrerà un ulteriore richiamo vaccinale

Immunità di gregge, il Commissario Figliuolo: “Possibile entro settembre”

di Mirko Ciminiello

L’obiettivo del Generale è arrivare a 54,3 milioni di Italiani immunizzati in 3 mesi, inclusi i 12-15enni. Intanto 7 Regioni sono in zona bianca, e si allentano ancora le restrizioni

immunità di gregge
Immunità di gregge

L’immunità di gregge è sempre più vicina, tanto che potrebbe addirittura diventare realtà entro i prossimi tre mesi. Questa almeno è la previsione – o forse l’auspicio – della struttura commissariale, che ha espresso grande soddisfazione per l’andamento della campagna di vaccinazione. Grazie alla quale è stato possibile un nuovo allentamento delle restrizioni, con il passaggio di altre quattro Regioni in zona bianca.

L’obiettivo dell’immunità di gregge è sempre più vicino

«Vaccinare l’80% popolazione entro settembre di quest’anno, compresi i 12-15enni, in totale 54,3 milioni di Italiani». È l’obiettivo del Generale Francesco Paolo Figliuolo, Commissario straordinario per l’emergenza coronavirus: e significherebbe il raggiungimento dell’immunità di gregge cantata da Checco Zalone.

Molto dipenderà comunque dalle somministrazioni quotidiane effettuate dagli enti locali, che al momento rispettano in pieno la tabella di marcia. «Per questa settimana, il valore medio è di 550mila dosi giornaliere da inoculare» ha affermato il successore di Domenico Arcuri. Che ha anche spiegato che, considerati gli attuali scenari pandemici, «potrebbe essere prevista la necessità di almeno un’ulteriore dose» di siero anti-Covid.

francesco paolo figliuolo
Il Generale Francesco Paolo Figliuolo, Commissario straordinario per l’emergenza coronavirus

Sarebbe la terza per gli antidoti Pfizer, Moderna e AstraZeneca e la seconda per il preparato di Johnson & Johnson. La tempistica comunque non è stata ancora definita, anche se la prospettiva ipotizzata è quella dell’autunno 2022.

Ancora allentamenti delle restrizioni

Intanto l’accelerazione della campagna di immunizzazione ha portato a un sensibile miglioramento del quadro epidemiologico, con sette Regioni che sono già diventate zona bianca. Tra due settimane solo la Valle d’Aosta dovrebbe essere ancora (per poco) privata della tinta candida che fa decadere qualsiasi limitazione. Con le sole eccezioni del distanziamento sociale, la mascherina e il limite di sei persone allo stesso tavolo nei ristoranti al chiuso.

Limite che resta di quattro commensali in fascia gialla, dove comunque altri vincoli iniziano a essere superati. A cominciare dal coprifuoco, da ieri slittato a mezzanotte – misura che, secondo Coldiretti, può valere un miliardo di fatturato nell’intero comparto della ristorazione.

coprifuoco
Coprifuoco

Già questi numeri sono indicativi del senso di libertà e di ripartenza che si inizia a respirare. Perché il (gusto del) futuro è adesso.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento