Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Agosto 2022

Pubblicato il

Il dogma fu proclamato da Papa Pio IX nel 1854

Immacolata Concezione, alle origini delle celebrazioni dell’8 dicembre

di Mirko Ciminiello
La festa ricorda che la Vergine Maria fu preservata dal peccato originale fin dal concepimento. Una verità di fede cui sono legate, tra l’altro, le apparizioni di Lourdes
omaggio dei vigili del fuoco all'immacolata concezione
L'omaggio dei Vigili del Fuoco all'Immacolata Concezione

L’8 dicembre la Chiesa Cattolica celebra l’Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria, preservata dal peccato originale fin dal primo istante del Suo concepimento. Un dogma (cioè una verità di fede) proclamato da Papa Pio IX nello stesso giorno del 1854, attraverso la costituzione apostolica Ineffabilis Deus. Bolla che afferma che questo speciale privilegio fu accordato alla Madonna per grazia di Dio «in previsione dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano».

Gesù nella gloria dei cieli
Gesù Cristo nella Gloria dei cieli

Tre anni dopo, nella stessa data dell’8 dicembre, il medesimo Pontefice “battezzò” la statua dell’Immacolata che tuttora campeggia in piazza di Spagna a Roma. Fu invece Papa Giovanni XXIII, un secolo dopo, a inaugurare la tradizione dell’omaggio floreale al monumento della Vergine. Tradizione proseguita dai suoi successori (con l’eccezione dell’attuale biennio pandemico), col supporto dei Vigili del Fuoco che infilano una corona di fiori al braccio della scultura.

san giovanni xxiii, papa
San Giovanni XXIII, Papa (1881-1963)

Il culto dell’Immacolata Concezione presso i Santi

Il culto dell’Immacolata Concezione è legato a molti Santi e mistici, come San Massimiliano Maria Kolbe. Il sacerdote polacco, immolatosi ad Auschwitz al posto di un padre di famiglia, nel 1917 aveva infatti fondato con dei confratelli francescani la “Milizia dell’Immacolata”.

san massimiliano kolbe
San Massimiliano Kolbe (1894-1941)

Le prime visioni relative all’Immacolata risalgono invece al 1830 – oltre vent’anni prima della proclamazione del dogma – nel monastero parigino di Rue di Bac. La Santa Vergine si mostrò a Santa Catherine Labouré, allora semplice novizia, che vide scriversi in un semicerchio un’invocazione allora sconosciuta. “O Maria, concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a Voi”. Orazione che poi la veggente fece riportare su quella che in seguito sarebbe divenuta nota come Medaglia Miracolosa.

santa catherine labouré, immacolata concezione
Santa Catherine Labouré (1806-1876)

Tuttavia, l’Immacolata Concezione è ancor più strettamente correlata alle apparizioni di Lourdes, di cui fu protagonista Santa Bernadette Soubirous nel 1958. All’epoca aveva quattordici anni, e ne erano passati solo quattro dalla dichiarazione dogmatica dell’ultimo Papa Re, che la giovane, una contadina analfabeta, quasi certamente non conosceva. A lei la Vergine Maria si presentò con le parole “Que soy era Immaculada Councepciou”. Ovvero, appunto, “Io sono l’Immacolata Concezione” nel dialetto della ragazza, il guascone.

santa bernadette soubirous, immacolata concezione
Santa Bernadette Soubirous (1844-1879)

Entrambi questi episodi sono considerati dal Vaticano conferme dirette del dogma, e sono dunque a tutti gli effetti all’origine della solennità mariana. Buona festa dell’Immacolata Concezione a tutti!

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo