09 Maggio 2021

Pubblicato il

Il Municipio III sta col Sessantotto

di Redazione

Mobilitazione su Facebook per difendere il 'Sessantotto Arprato'

Il Sessantotto Montesacro, in via di Monte Sacro n.4, luogo di riferimento della movida del Municipio III, quest’anno rischia di non far compagnia ai ragazzi di Roma nord durante le sere dell’estate romana. Secondo quanto riferito dal Municipio, infatti, quest’anno non verrebbe concessa l’area verde adiacente al locale.

Inutile dirlo, i residenti e anche i proprietari del locale, non l’hanno presa bene. Il Sessantotto, infatti, è nato dalla volontà di 4 ragazzi che qualche anno fa, da soli, hanno iniziato a ripulire la zona da siringhe, rifiuti e simili, per dar vita ad un luogo abbandonato da più di 30 anni. Grazie alla loro caparbietà è nato il Sessantotto ‘Arprato’.

La ‘ribellione’ dei residenti si è subito trasformata in proposta. Su Facebook è nata la pagina ‘Io sto col Sessantotto’, corredata dall'hashtag #arpratononsitocca, che in pochi giorni ha raggiunto quota quasi 2mila fan. ‘Una pagina social ha l’obiettivo di trasformare il virtuale in reale’, si legge in uno dei post: la pagina, infatti, non solo si propone lo scopo di raggruppare tutti quelli che chiedono l’apertura, anche per quest’anno, del noto locale, ma anche tutti quelli che si vogliono impegnare nella raccolta firme (almeno 500) per fare sì che in Municipio giunga chiara e forte la volontà del quartiere.

Anche perché, come recita bene il nome dell’Associazione socio-culturale, non si tratta di uno dei luoghi da schiamazzi e caos, da ubriacature e musica a tutto volume. Il Sessantotto, che per molti versi ha fallito come rivoluzione culturale nel nostro Paese, ma che porta in sé il germe del cambiamento, della voglia di scombinare le carte in tavola, non ha fallito invece nel quartiere di Montesacro. Come si legge anche sulle mail (postate sulla pagina Facebook) questo è ben presto diventato un luogo di riferimento per cittadini e residenti, ma non solo; è diventato un punto di incontro per persone di ogni età e ogni credo politico. È diventata un’occasione. È stata la rinascita di una zona dove prima trovavano dimora solo rifiuti e degrado.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento