06 Maggio 2021

Pubblicato il

“Gocce di Charleston” Burlesque Cafè al Salone Margherita

di Adriano Di Benedetto

Ogni Lunedì è un successo con il Burlesque Cafè al Salone Margherita con la compagnia del "Micca Club"

Ogni lunedì dal 15 dicembre il Mcca Club è sul palcoscenico del più importante Teatro di Varietà italiano con Burlesue Cafè. 4 spettacoli a rotazione settimanale: "Velvet Cabaret!", "Elisir!", "Burlesque Safari!", "Gocce di Charleston!".

Questo Lunedì il Salone Margherita ha vissuto un'atmosfera della Belle Epoque e Café Chantant di altri tempi con lo spettacolo “Gocce di Charleston”.

Frizzante, energico e moderno, con queste parole venne descritto il ballo del Charleston sin dalla sua nascita, anni '20, anni ruggenti e di trasgressioni, la nascita di locali clandestini e delle Flappers, provate ad immaginare tutto questo in un spettacolo di Burlesque dal vivo.

“Gocce di Charleston” ci porta direttamente nel mondo più pazzo e sfrenato dei primi anni del XX secolo, a tempo di jazz con ballerine e strip-tease d’arte.

In “Gocce di Charleston” si sono esibiti sul palco del Salone Margherita: il corpo di ballo Criss Bluebell & The Velvelettes, la cantante jazz Vera Dragone, Vesper Julia (Giulia Di Quilio), Mago Dorian, Sophie D’Ishtar, Cristina Pensiero e gli Speakeasy Jazz Live Band ha presentato Alessandro Casella.

L’incontro che il Burlesque ha avuto con il Salone Margherita è stato un amore a prima vista, un luogo magico e ricco di storia, da sempre fonte di ispirazione per gli spettacoli realizzati da Alessandro Casella e il suo cast, ci dice Alessandro Casella che avere l’occasione di produrre finalmente spettacoli di Burlesque al Salone Margherita è come tornare a “Casa”, una casa artistica e ricca di antiche suggestioni, con l’aiuto del Patron Nevio Schiavone, del Direttore Artistico Enzo Iacchetti e la collaborazione di Demo Mura.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento