Garage trasformato in moschea, sequestrato a Centocelle

5

Già da alcuni giorni gli agenti della Polizia Locale erano intervenuti per le necessarie verifiche in un locale sito in via Filippo Parlatore, a Centocelle, dopo che alcune segnalazioni riferivano che veniva utilizzato come luogo di preghiera per fedeli dell'Islam.

Alla verifica dei Vigili è risultato di fatto un cambio di destinazione d'uso non consentito, con realizzazione di lavori di tramezzatura, con suddivisioni interne per trasformare i locali da garage a "luogo di preghiera per i fedeli dell'Islam". Così in un comunicato la Polizia di Roma Capitale.

In particolare era stata ricavata una ampia sala di preghiera, bagni, docce e un ufficio per l'Imàm, per un totale di 95 mq; il tutto però, essendo destinato ad usi diversi, non possedeva i necessari impianti di areazione prescritti nel caso di luoghi frequentati da decine e decine di persone.

Dopo le necessarie indagini, accertamenti e verifiche, gli agenti appartenenti al gruppo Casilino, hanno venerdì posto tutti i locali sotto sequestro, denunciando all'Autorità giudiziaria il legale rappresentante per il reato di abuso edilizio.