14 Giugno 2021

Pubblicato il

Flash mob in Campidoglio con spray, Fdi: Raggi le buche non le tappa mai

di Redazione

"Fdi ha voluto ricordare simbolicamente la situazione di emergenza nella città per quanto riguarda il dissesto stradale"

Cartelli con la scritta 'Cittadini con lo spray. Raggi, perché le buche non le tappi mai?', foto di voragini transennate con striscioni ironici 'Attenzione agli scavi archeologici'. Flash mob di Fratelli d'Italia oggi pomeriggio in Campidoglio, con alcuni militanti del partito, guidati dal capogruppo capitolino Andrea De Priamo e dalla consigliera Lavinia Mennuni, che si sono dati appuntamento per denunciare "la drammatica situazione in cui versa il patrimonio stradale di Roma".

Oggi, ha spiegato De Priamo, "Fdi ha voluto ricordare simbolicamente la situazione di emergenza nella città per quanto riguarda il dissesto stradale.

Oggi abbiamo appreso che Raggi si preoccupa di mettere vitigni in alcune zone della città, ora nonostante tutta l'attenzione che abbiamo sul tema del decoro pensiamo che il sindaco debba prima di tutto dare risposta sulle emergenze, che sul verde per esempio sono le alberature non trattate e i prati non tagliati, ma per quanto riguarda la manutenzione stradale sono ovviamente le situazioni di pericolo che i cittadini vivono ogni giorno".

Come ha ricordato il capogruppo, "Fdi ha già presentato un esposto alla Procura per quanto riguarda il Municipio di Ostia, se la situazione non vedrà risposte e interventi concreti proseguiremo in ogni Municipio con un'opera di dossieraggio ed eventualmente azioni come già fatto in X per denunciare la situazione di grave pericolo per i cittadini.

Abbiamo i volontari, guidati dalla mamma di una delle ragazze rimaste vittime di incidenti stradali probabilmente anche causati dal dissesto stradale, che stanno facendo un grande lavoro, ma nonostante questo l'amministrazione non dà risposte, i bandi non vanno a conclusione, i fondi del Giubileo giacciono ancora inutilizzati nonostante sia ampiamente passato. Riteniamo questa situazione inaccettabile e abbiamo voluto ricordarla anche oggi".

Per Mennuni "noi siamo allarmati dalla condizione di assoluto degrado in cui versa la città, in particolare sulla manutenzione urbana. Ieri abbiamo assistito alla contestuale apertura di circa 10 cantieri in 2 quartieri, da via Damiano Chiesa alla Galleria Giovanni XXIII passando per via Trionfale: tutte arterie fondamentali chiuse in contemporanea paralizzando il quadrante, tanto che ieri abbiamo fatto un'assemblea con i tassisti infuriati.

È vero che le risorse sono scarse ma le cantierizzazioni vanno studiate con logica, non si può pensare di paralizzare un pezzo intero di città e nel contempo la manutenzione ordinaria è assolutamente carente.

È un problema semplicemente di organizzazione del lavoro degli uffici, quando io ero vicepresidente della commissione Lavori pubblici facevamo continuamente riunioni per aprire cantieri in luoghi e tempi diversi per limitare i disagi". Tutto questo, ha concluso la consigliera, "ora non si fa più, siamo di fronte a una totale disorganizzazione insieme alla totale assenza di manutenzione ordinaria". (Mgn/ Dire)  (Foto di repertorio)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento