Vuoi la tua pubblicità qui?
26 Novembre 2021

Pubblicato il

Figliuolo incontra Speranza: “Abbassare l’età della somministrazione terza dose”

di Redazione
Oggi "La pandemia è dei non vaccinati ma anche di chi sta iniziando a perdere la protezione vaccinale” ha affermato Ricciardi
Speranza-Figliuolo-Locatelli

Con quasi 100 mila i nuovi positivi in Italia il governo intende accelerare la campagna di vaccinazione puntando sulla terza dose che stenta a decollare. Ieri infatti solo state solo 10 mila le somministrazioni.

Figliuolo, proroga dello Stato di Emergenza e terza dose

Il commissario straordinario all’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, ha annunciato che “a breve ci sarà un incontro con il ministro Speranza e gli scienziati per esaminare le evidenze scientifiche per abbassare la fascia d’età della terza dose”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una situazione complessa, ma ancora non preoccupante, che apre ad una riflessione su un’eventuale proroga dello stato di emergenza che scadrà il 31 dicembre. “E’ chiaro che le decisioni verranno assunte sulla base dell’evidenza del momento. E’ probabile la proroga dello stato di emergenza, considerata la recrudescenza del virus ed il fatto che ci troveremo in pieno inverno”, ha spiegato il ministro per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini.

Abbassare l’età per la somministrazione della terza dose

Nei prossimi giorni dobbiamo fare un’opera di sensibilizzazione di quei cittadini che ancora non si sono vaccinati e dobbiamo procedere con la terza dose, ha commentato il sottosegretario alla Salute ed esponente di Noi con l’Italia, Andrea Costa.

Su questo è ragionevole pensare che già entro fine anno ci sia un allargamento della platea per la terza dose di vaccino. Pensiamo ai 50enni, un aumento dei contagi poteva essere prevedibile anche alla luce del maggior numero dei tamponi. Ma la situazione italiana, rispetto a quella di altri paesi europei è sicuramente migliore” ha precisato.

Sulle misure restrittive sotto le feste natalizie

Riguardo all’ipotesi di possibili misure restrittive sotto le feste, “dall’anno scorso ci sono criteri evidenti scientifici e obiettivi da utilizzare per operare le scelte necessarie. Ma siamo oggi tra i Paesi migliori, perché abbiamo un’alta copertura vaccinale e un green pass estensivo che permette di frequentare ambienti al chiuso con un certo livello di sicurezza. Se continueremo così, potremo pensare di superare l’inverno in modo adeguato” ha detto il professor Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza a condizione che si proceda velocemente con la terza dose, che “va fatta per impedire circolazione del virus e per mantenere la protezione da forme gravi dell’infezione”.

L’esperto ha però sottolineato che esiste la possibilità legata ad un peggioramento della situazione, previsto “tra gennaio e febbraio perché quella da Covid si è mostrata esser un’epidemia con cicli molto prevedibili”.

Il richiamo delle terze dosi è importante – ha aggiunto Ricciardi – “perché tra gennaio e febbraio scadono i sei mesi per milioni di persone e queste devono proteggersi”.

Ad oggi, ha sottolineato, “la pandemia è sostanzialmente dei non vaccinati ma anche di chi sta iniziando a perdere la protezione vaccinale”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo