Fiumicino, aereo diretto a Vigo spinto a mano sulla pista di rullaggio

2

“E gli aerei volano in alto tra New York e Mosca…”.  Ricordate “Notte prima degli esami” di Venditti? Certamente si… Andiamo avanti… “A che serve volare, sempre volare, quando l’amore non aspetta più te. “Questa è un po’ più difficile, in particolare per le nuove generazioni, che non hanno conosciuto Roberto Carlos, per la cronaca, nemmeno lontano partente del calciatore. In fin dei conti possiamo affermare con estrema disinvoltura, che il tema del volo è tutt’altro che raro nella storia della musica, della poesia, della narrativa, della cinematografia, etc. C’è persino un notissimo trio, che il volo l’ha spiccato davvero in questi ultimi anni. Tuttavia, mai dare per scontato un decollo così come lo immaginiamo e lo viviamo, a volte. Tanto pere dirne una, sentite qua la disavventura, o meglio, il contrattempo capitato ai passeggeri del volo Iberia, diretti a Vigo e in partenza dall’aeroporto di Fiumicino.

Sembrerebbe la trama di un cartone animato degli ‘Antenati’, ma non è così. A causa di un problema tecnico, il velivolo, anziché fare il bravo, si è lasciato spingere fino alla pista di rullaggio da undici robusti omaccioni, che si sono sobbarcati questa faticaccia, partendo dall’area d’imbarco. Questo scherzetto ha voluto dire novanta minuti di ritardo rispetto ai tempi previsti per la partenza. Il tutto, sotto lo sguardo vigile del nuovo terminal in costruzione, costato milioni di euro e ancora in fase di costruzione. immediata la sanzione pecuniaria(altissima), comminata ai danni della società di handing Aviapartner, per violazione delle procedure previste dal regolamento di scalo, per la movimentazione di aeromobili e mezzi in area “airside”. “Se Dio avesse voluto che l’uomo volasse, l’avrebbe fatto nascere con un biglietto” (Mel Brooks).