21 Giugno 2021

Pubblicato il

Esca di squalo per lo squalo bianco!

di Redazione

di Remo Sabatini

Ormai non sanno più come fare! La situazione è grave… Settimane e settimane perse a far fuori tutti gli squali a tiro delle Colt dei pescatori/pistoleri assoldati dal governo del Western Australia e non c’è verso di uccidere Lo Squalo, quello vero! Quello del film… Bruce, insomma (Bruce era il nomignolo dato allo squalo meccanico protagonista del film di Spielberg. Ndr).
Evidentemente quel film deve aver giocato un brutto scherzo a Mr Colin Barnett. Il Premier australiano, infatti, pare che della guerra agli squali ne stia facendo un caso personale e, letteralmente, non sa più che pesci pigliare!
L’ultima tragica trovata lascia basiti e la spiegazione della stessa, data da un pescatore alla TV australiana, interdetti! Eccone il senso: “perché, dice, gettare al largo gli squali catturati e uccisi se tanta carne potrebbe tornare utile come esca per lo squalo bianco?”.

In due parole il genio! Le esche costano care e di squali tigre uccisi anche e soprattutto sotto la misura indicata dalla legge (3 metri) cominciano ad averne ben oltre una dozzina. Lo squalo bianco adulto, poi, è noto per predare altri squali in mancanza d’altro “quindi nulla di strano”, devono aver pensato i degni neo-colleghi promossi sul campo, dello zoo di Copenaghen (la fine del piccolo giraffino Marius insegna) se cerchiamo di far abboccare il mostro con carne di squalo.

Della serie “al peggio non v’è mai fine” e in attesa della prima, inedita, vittima, non rimane altro che sperare in un ritorno di senno da parte di chi pensa l’oceano come fosse una piscina a cielo aperto. Le proteste di chiunque, gente comune, animalisti e addirittura sopravvissuti ad attacchi di squalo, non hanno portato alla cancellazione della legge capestro come lo scorso anno. Da Perth a Sidney, da Cape Town a Roma, migliaia e migliaia di persone che diventano milioni con i Social network, hanno urlato contro lo scempio in atto in quel Paese che fino a ieri era in prima fila per la difesa degli squali e dello squalo bianco in particolare. Oggi è prevista una grande protesta anche a San Francisco.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento