Vuoi la tua pubblicità qui?
04 Dicembre 2022

Pubblicato il

La Lazio è seconda

E’ gioia in Curva Nord, Luka Romero stende il Monza: finisce 1-0 per la Lazio

di Patrizio Trecca
La Lazio vince una partita sofferta contro un Monza ben organizzato e arrivato a Roma per giocarsela. Luka Romero decisivo
Immobile e Luka Romero si danno il cinque dopo l'ingresso in campo del capitano

Dopo il derby vinto Sarri si aspettava continuità ed è arrivata. La Lazio ha indubbiamente sofferto un Monza ben preparato da Palladino, però non ha mai perso il controllo mentale e nervoso, neanche quando si è trovata momentaneamente in svantaggio (gol annullato poi dal VAR). La Lazio di Sarri è una squadra molto più matura rispetto allo scorso anno e il secondo posto in classifica ne è la dimostrazione, come lo sono le due reti inviolate consecutive dopo stasera. Il risultato di 1-0 però non deve sminuire il lavoro svolto dai brianzoli, che sul piano del gioco hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque. La nota piacevole è sicuramente il gol di Luka Romero nel momento più difficile per la Lazio.

Primo Tempo

Il primo tempo tra Lazio e Monza non ha regalato grandi emozioni, forse a causa delle due squadre ben disposte in campo e che non hanno lasciato grandi spazi di manovra. Il brivido più grande è sicuramente il goal di Petagna al 12′, che però dopo un’attenta revisione al VAR viene annullato. Al 36′ Matias Vecino viene servito bene da Felipe Anderson, ma l’urugagio si divora un goal facile, quasi un rigore in movimento. La prima frazione si chiude senza ulteriori sussulti sul risultato di 0-0.

Secondo Tempo

La seconda frazione sembra partire sulla stessa linea del primo, infatti Lazio e Monza si fronteggiano con fraseggi e giri palla che però non portano quasi mai a niente. Maurizio Sarri è costretto a effettuare qualche cambio per dare un po’ di freschezza alla manovra, soprattutto con l’ingresso di Danilo Cataldi, il quale effettivamente rende la manovra biancoceleste più frizzante. E’ però il minuto 69 quello decisivo, poiché Luka Romero trova il suo primo gol con la Lazio, scatenando l’apoteosi sugli spalti e sulla panchina di mister Sarri. La Lazio cerca di gestire al meglio il gioco con i brianzoli votati all’attacco, però i ragazzi di Palladino non trovano sbocchi di fronte a un’attenta difesa laziale. Romagnoli e Casale fanno un’altra grande partita e permettono a Sarri di gioire per il secondo incontro consecutivo senza subire reti. La partita si chiude sull’1-0 regalando però, prima della fine, l’ingresso in campo di Ciro Immobile, al rientro dopo un lungo stop.

Pagelle

Provedel – 6

Viene impegnato solamente nel primo tempo con un tiro in porta che probabilmente sarebbe terminato comunque fuori.

Lazzari – 6

Esce per infortunio dopo 27 minuti e non ha modo di mostrare tutte le sue qualità.

Casale – 6,5

Insieme a Romagnoli gestisce bene la fase difensiva ed è sempre bravo a prevedere i movimenti offensivi degli avversari brianzoli.

Romagnoli – 6,5

Il difensore di Anzio fa l’ennesima buona partita. E’ sempre attento sulle palle alte ed è puntuale negli interventi in area.

Hysaj – 6

Il terzino non fa una brutta partita, ma ogni volta che produce qualcosa di buono c’è sempre un riscontro negativo per quanto riguarda la precisione. Comunque si comporta bene.

Marcos Antonio – 5,5

Il brasiliano non è preciso e sbagli spesso davanti alla difesa, rischiando di complicare le cose alla Lazio. Per fare il regista nel gioco di Sarri serve qualcosa di più.

Milinkovic Savic – 6

Non eccelle. Siamo abituati a vedere grandi numeri da parte sua, ma si limita a gestire i palloni e a volte tenta giocate un po’ troppo rischiose.

Vecino – 5,5

Non gioca male, ma si divora un goal clamoroso. Per il resto si vede poco e si limita all’ordinaria amministrazione.

Pedro – 6,5

Fa un gran lavoro di sacrificio alternandosi tra fase difensiva e offensiva. Oggi sono venute fuori tutte le sue qualità da campione, dando la giusta grinta a tutta la squadra.

Felipe Anderson – 6

Si sacrifica in fase difensiva e questo lo penalizza in quella offensiva. Però si fa sempre trovare pronto negli uno/due e nelle sovrapposizioni con i compagni.

Cancellieri – 5

Ha avuto un tempo intero per dimostrare qualcosa. Purtroppo non ha inciso ancora una volta e giunti quasi a metà stagione questo non può esser soddisfacente.

Marusic (28′) – 6

Il montenegrino entra al posto dell’infortunato Lazzari. Si comporta molto bene in concomitanza con Pedro sulla fascia sinistra. Commette un’ingenuità nel farsi ammonire.

Romero (46′) – 7

Il ragazzo ha grinta e carattere. Il gol messo a segno lo consacra come idolo della Nord e insacca da bomber.

Cataldi (60′) – 6,5

Entra in campo e dona grande equilibrio alla squadra. Inoltre gioca bene il pallone di prima intenzione, velocizzando di molto le manovre offensive.

Basic (60′) – 6,5

Finalmente si fa vedere anche il centrocampista croato. Mette sostanza e qualità sulla trequarti, contribuendo in maniera indiretta al gol di Romero.

Immobile (86′) – S.V.

La notizia più bella è il suo rientro. Tuttavia i 9 minuti giocati sono troppo pochi per valutarlo.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo