30 Luglio 2021

Pubblicato il

Distrugge vetro dell’auto dei Carabinieri, rivoleva i soldi sequestrati

di Redazione

È accaduto nei pressi di piazzale Clodio dove il pusher era stato appena giudicato in direttissima

Ha lanciato una busta piena di effetti personali, contro il finestrino posteriore di una Punto dei Carabinieri che stava transitando nei pressi del Tribunale di Roma, perché rivoleva i soldi da quei Carabinieri che il giorno prima lo avevano arrestato per spaccio e che gli avevano sequestrato droga e soldi.

L’uomo, un cittadino del Mali, di 23 anni, domiciliato a Cassino, con diversi precedenti, arrestato per spaccio due giorni fa, ieri mattina è stato condotto al Tribunale di piazzale Clodio, per essere sottoposto al processo con il rito direttissimo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A seguito della convalida dell’arresto gli è stato applicato il divieto di ritorno nella Capitale. Lo straniero all’uscita dal Tribunale, ha riconosciuto i Carabinieri che lo avevano arrestato a bordo dell’auto di servizio e, chiedendo la restituzione dei soldi, che nel frattempo erano stati sottoposti a sequestro penale, ha mandato in frantumi il vetro della loro auto.

Fortunatamente il militare che era seduto sui sedili posteriori è riuscito a coprirsi, evitando così di ferirsi.

Dopo il folle gesto il 23enne è fuggito a piedi ma è stato raggiunto poco dopo da alcuni Carabinieri in borghese e successivamente dai Carabinieri aggrediti.

Il giovane è stato ammanettato nuovamente e portato in caserma dove su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato riarrestato con le accuse di tentate lesioni personali, danneggiamento aggravato e violenza a pubblico Ufficiale.
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento