Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2022

Pubblicato il

Lo sapevate che

Cura dei capelli: qual è il modo corretto di utilizzare l’asciugacapelli. Sono utili i diffusori?

di Redazione
Se pensate che per asciugare i capelli basti usare il phon a proprio piacimento, sappiate che non è così: la cura dei capelli parte dall’asciugatura
Capelli

Se pensate che per asciugare i capelli basti usare il phon a proprio piacimento, sappiate che non è così: la cura dei capelli parte dall’asciugatura, ecco perché è fondamentale usare questo apparecchio nel modo corretto. Andiamo dunque ad approfondire tutti i trucchi che riguardano l’impiego dell’asciugacapelli sulla chioma, nonché i diversi accessori ad esso collegati, come i diffusori.

Le regole per utilizzare il phon al meglio

Anzitutto, prima di accendere il phon, occorre tamponare per bene i capelli: passarlo su una capigliatura zuppa d’acqua, significa infatti inficiare sulla struttura delle fibre. Poco prima di iniziare l’asciugatura, si può scegliere di dividere i capelli, specie se lunghi, in sezioni con mollette e fettucce: l’operazione permetterà di asciugare per bene la chioma, senza rischiare che resti qualche ciocca bagnata.

Mentre si asciuga, bisogna ricordarsi sempre di tenere l’apparecchio a una determinata distanza dalla testa muovendolo di continuo, altrimenti potrebbe bruciare il cuoio capelluto. Sarebbe preferibile mantenere una temperatura media e asciugare i capelli a testa in giù. In commercio esiste una vasta scelta di asciugacapelli, i quali non si distinguono solo per il design, ma per la potenza, misurata in watt.

Qualora non possediate capelli troppo folti che necessitano di lunghe asciugature, o ancora li aveste corti, potrete tranquillamente scegliere un phon con un voltaggio inferiore: una quantità minore di calore eviterà di intaccare il capello. Al fine di non danneggiare i capelli o stressare la cute, sarebbe meglio usare l’asciugacapelli non più di tre volte a settimana.

I diffusori: sono utili o no?

Nella confezione di qualsiasi phon è presente il diffusore, da alternare inserendolo al posto del tipico beccuccio. Mentre il beccuccio direziona il getto d’aria in maniera più ristretta, possedendo un’apertura più piccola, il diffusore, attraverso la sua forma circolare, aiuta a distribuire l’aria che fuoriesce dal phon su tutta la testa.

Diverse persone si domandando se si tratti di un accessorio realmente utile, oppure, se in fin dei conti, non faccia nessuna differenza asciugare i capelli con o senza diffusore. Lo scopo del diffusore è simulare un’asciugatura del capello più naturale, dividendo meglio le ciocche grazie alla sua struttura e riducendo la pressione dell’aria rispetto a un getto molto concentrato.

In altre parole, i diffusori stressano meno cuoio capelluto e chioma, oltre a risultare particolarmente indicati per chi possiede un capello riccio. Il diffusore separa le radici delicatamente, definendo maggiormente l’asciugatura e proteggendo il capello, ma anche in questi casi sarebbe preferibile, al fine di ottenere una piega perfetta, pettinare i capelli e dividerli in sezioni prima di asciugarli.

Per un risultato soddisfacente, scegliete un diffusore capelli professionale e provate l’accessorio in prima persona, sperimentando se l’effetto finale è meglio col diffusore o col beccuccio.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo