Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2022

Pubblicato il

Lo sapevate che

Come scegliere la copertura per proteggere al meglio l’auto

di Redazione
Una copertura per auto, se scelta con cura, può diventare un elemento che valorizza il proprio immobile, arricchendolo
Copertura auto

Quando si compra un’abitazione autonoma non sempre si dispone di un’area specifica destinata al parcheggio delle auto.

In questi casi, le vetture spesso vengono parcheggiate sul prato o sulla parte pavimentata del giardino. Tuttavia, anche se si sono trovano all’interno della proprietà, in questo modo non vengono protette dagli agenti atmosferici e dal passaggio di eventuali animali.

È, quindi, importante valutare una soluzione alternativa e fare in modo di tutelare i propri veicoli destinando loro uno spazio apposito in cui essere collocati. In tal senso, si può optare per un apposito carport, una struttura che viene installata senza particolari interventi edilizi e che è in grado di rispondere ad ogni necessità in fatto di spazio e di design.

Gli elementi da valutare per scegliere una copertura auto

Un carport se scelto con cura, può diventare un elemento che valorizza ulteriormente il proprio immobile, arricchendolo e rendendolo più funzionale.

Naturalmente, per ottenere questi risultati è importante disporre di una copertura per auto di qualità, rivolgendosi ad aziende specializzate come Akena, realtà leader a livello europeo, che si contraddistingue per la realizzazione di soluzioni eleganti, funzionali e dal design moderno.

Il primo aspetto da valutare in fase di scelta è senza dubbio il modello. Infatti esistono carport a tetto piatto, ma anche carport a tetto curvo, così come quelli a modulo singolo o a modulo doppio. Avendo diverse possibilità è bene capire quale sia quella che si integri meglio con la casa.

La finalità sarà sempre la stessa: riparare i veicoli dalle precipitazioni atmosferiche, ma anche dai raggi solari e da altri rischi esterni come la caduta di frutta o pigne o da uccelli o altri animali. Anche la scelta della giusta dimensione è fondamentale dal momento che va calibrata non solo in base allo spazio effettivo disponibile, ma anche in proporzione all’abitazione per preservare l’armonia visiva complessiva.

Quando rimane vuoto, inoltre, il carport può essere impiegato per molti usi diversi, come per esempio mangiare all’aperto, stendere il bucato in un’area riparata oppure leggere un libro in tranquillità, senza stare a contatto diretto con i raggi UV e rimanendo riparati dal vento.

Carport per auto: dalla scelta del colore agli optional

Un carport realizzato finemente ha la caratteristica di essere duraturo e resistente al trascorrere del tempo. Per tale ragione è importante scegliere con attenzione anche il colore, individuando la tonalità che più si abbini a quella degli edifici preesistenti.

Infatti, non esistono solo i colori tradizionali, ma è possibile averlo anche in colori brillanti e di tendenza. Molto validi risultano essere i colori testurizzati, capaci di resistere al meglio sul lungo termine.

Possono essere applicati anche dei frangivista, installabili su uno o più lati della copertura e composti da lamelle in alluminio traforate od oscuranti. Esistono anche nella versione in legno, per chi volesse qualcosa di diverso e volesse produrre un contrasto.

Per dare un ulteriore elemento di bellezza è possibile aggiungere al carport dell’illuminazione al LED. Questo permetterà di vedere meglio mentre si fa manovra in caso di mancanza di luce naturale e di sfruttare lo spazio per rilassarsi anche durante i momenti serali, per gustare un buon pasto all’aria aperta o per condividere una serata con gli amici e i familiari, beneficiando dell’atmosfera suggestiva della luce lunare.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo