Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Novembre 2020

Pubblicato il

Casi Covid-19 nelle scuole

Covid-19, 17 positivi al liceo Russell di Roma. Screening della Asl Roma 2

di Redazione

Il Covid-19 al liceo Russell coinvolge studenti di due classi quarte, una quinta e un collaboratore scolastico dei plessi a via Tuscolana e via La Spezia

covid-19 russell
Classe di un liceo della Capitale prima dell'epidemia da Covid-19 (foto di archivio)

Preoccupazione e incertezza quelle di genitori e studenti del liceo Bertrand Russell, sulla Tuscolana. Tutto inizia la settimana scorsa, quando i genitori di un alunno della classe quinta del plesso centrale avvertono l’istituto della positività del figlio.

Scattano quindi le misure sanitarie: i compagni e i docenti che sono venuti a contatto con il ragazzo sono in quarantena dal 28 settembre e sono state avviate le procedure di sanificazione di aule e bagni. Dopodiché, si accerta un’ulteriore positività nella stessa classe e un’altra ancora. In totale vi sono un positivo in una quarta e 2 in una quinta della sede di via Tuscolana. Più 12 studenti di quarta e un collaboratore scolastico nella sede di via La Spezia.

Vuoi la tua pubblicità qui?
covid-19 russell
Test salivare

Dopo il Covid-19 al Russell test rapidi a tappeto

Inoltre la Asl Roma 2, chiamata a gestire la sanità del Municipio VII, ha avviato lo screening a tappeto della popolazione dei due plessi utilizzando i tamponi rapidi. Il tampone serve a fare uno “screening” su tutta o una parte della popolazione scolastica qualora uno studente o un docente risulti positivo. Tuttavia, i test salivari non sostituiscono quelli molecolari rinofaringei, i quali rimangono lo strumento standard. Se quelli veloci hanno l’obiettivo di valutare l’incidenza del virus sulla popolazione scolastica, rimane ai tamponi molecolari l’onere di stabilire se una persona è positiva o meno. Nel caso in cui il test rapido rilevi una positività, questa sarebbe oggetto di un’ulteriore conferma mediante test tradizionale.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il caso del liceo Russell non è l’unico nella Capitale. La prima scuola coinvolta è stata infatti la Marymont, sulla Cassia, il 5 settembre. A cui è seguito un caso al liceo Azzarita e un bimbo positivo nella scuola d’infanzia Ugo Guattari a Centocelle il 17 settembre. Infine, la settimana scorsa si sono registrati ben 6 casi al liceo Orazio nel quartiere Montesacro.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento