21 Aprile 2021

Pubblicato il

Nuovo Dpcm in arrivo?

Contagi in crescita, governo valuta 2 opzioni: lockdown o coprifuoco alle 21

di Giulia Bertotto

Il premier Conte e il comitato tecnico-scientifico valutano due strategie per ridurre i contagi: coprifuoco o lockdown nazionale

giuseppe conte
Il Premier Giuseppe Conte presenta il Dpcm del 18 ottobre 2020

Lockdown o coprifuoco. Se tra sette giorni non si abbasserà la curva del contagio in Italia il governo dovrà scegliere tra due strategie per limitare la diffusione del Sars-CoV-2. Il lockdown o coprifuoco alle 21:00 su tutto il territorio nazionale. Potrebbe trattarsi di un lockdown “morbido”, all’interno del quale le uscite per recarsi al lavoro e a scuola sono permesse.

Queste le ipotesi al vaglio del premier Conte e del comitato tecnico-scientifico, dopo che ieri, 22 ottobre, il numero dei contagi ha registrato a 16.709 casi e 136 morti. Se le mascherine e le “raccomandazioni” non bastano occorrerà un’ulteriore stretta.

Lockdown o Coprifuoco, la soglia 2300

I parametri non cambiano, si osservano la curva epidemiologica e il numero di ricoverati in terapia intensiva. Quota 2300 persone in terapia intensiva, questa la soglia che fa scattare la chiusura delle attività non essenziali e il divieto di spostamento tra regioni.

Eppure restano alcune perplessità. Perché non mettere innanzitutto a riparo le persone fragili per età o patologie pregresse e sistema immunitario debole, cioè coloro che hanno maggiori probabilità di arrivare in terapia intensiva?

Proteggere i più deboli è il dovere fondamentale della società civile e l’unico modo, forse, per salvare anche la possibilità di una ripresa economica.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento