06 Maggio 2021

Pubblicato il

Città sconvolta

Como, sacerdote ucciso a coltellate da un immigrato vicino alla sua chiesa

di Redazione

Il sacerdote Don Roberto Malgesini, noto per il suo impegno a favore dell'accoglienza dei migranti, è stato ucciso proprio da uno straniero

Sacerdote ucciso
Polizia sul luogo dell'omicidio

Sacerdote ucciso in una barbara aggressione. Don Roberto Malgesini, 51 anni, è stato ucciso intorno alle 7:00 del 15 settembre, a Como. L’assassinio è avvenuto in piazza San Rocco, in pieno centro, non distante dalla sua chiesa.

Il sacerdote valtellinese era noto per il suo impegno a favore dell’accoglienza verso i migranti e la loro integrazione. Purtroppo è stato proprio un immigrato ad affondare il coltello fino a togliergli la vita. Quando è arrivato sul posto, l’uomo era in una pozza di sangue e il medico del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Sacerdote ucciso, si cercano testimoni

Secondo quanto si apprende dagli inquirenti lo straniero è affetto da problemi psichici, e il movente del gesto è ancora sconosciuto. Gli investigatori stanno raccogliendo i filmati delle telecamere della zona e testimonianze utili a ricostruire la drammatica aggressione. L’autore del gesto si è costituito.

La città di Como è sconvolta e lo è anche la sua comunità di fedeli. Il sacerdote, ucciso questa mattina, era infatti molto conosciuto e amato. Dopo l’autopsia la salma verrà restituita ai familiari per la cerimonia funebre.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento