Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Agosto 2022

Pubblicato il

Lo sapevate che

Come aprire uno studio grafico: procedure e consigli utili

di Redazione
Affinché uno studio grafico abbia successo, è fondamentale avere ottime competenze imprenditoriali e offrire sempre servizi di alta qualità
Ragazzi al lavoro davanti al Pc
Ragazzi al lavoro davanti al Pc

Oggi sono numerosi i giovani che desiderano fare strada nel mondo della grafica, ad esempio aprendo un proprio studio. Si tratta infatti di una professione che riesce a coniugare le ultime tecnologie con la creatività, consentendo di realizzare delle autentiche opere d’arte, veicolo di espressione e forma comunicativa per i brand. Basti pensare ad esempio ad un logo, oppure ad un progetto più ampio, incastrato all’interno di una campagna di marketing. Ecco perché oggi scopriremo insieme come lavorare come grafico e aprire un proprio studio, tra procedure da affrontare e altri suggerimenti utili.

Come aprire uno studio grafico: requisiti e procedure

Trattandosi di una vera e propria attività imprenditoriale, bisogna ovviamente affrontare un determinato iter burocratico. Chiaro che in tal caso è necessario il supporto di un bravo commercialista, possibilmente con esperienza in questo settore. Il commercialista si occuperà infatti dell’apertura della partita IVA con il codice ATECO corretto, e della gestione degli impegni relativi al fisco e ai contributi.

Per quel che riguarda i costi, questi ultimi dipendono soprattutto dagli strumenti che verranno acquistati. Alcuni dispositivi sono essenziali, come nel caso delle stampanti e dei computer, ai quali si aggiungono anche i software di photo-editing e di grafica. Tra le spese di gestione bisogna sicuramente includere anche quelle relative alle utenze e alla rete.

Per assicurarsi un buon margine di risparmio, infatti, sarebbe opportuno ricorrere ad alcune soluzioni internet create appositamente per le aziende, che consentano di sfruttare al meglio il potenziale del web per svolgere le proprie mansioni quotidiane. Naturalmente bisognerà mettere in conto anche l’affitto mensile dell’immobile, a meno di non possedere un locale di proprietà.

Consigli pratici per aprire uno studio grafico di successo

Affinché uno studio grafico abbia successo, è fondamentale avere ottime competenze imprenditoriali e offrire sempre servizi di alta qualità. In particolare, è molto importante la capacità di comprendere le esigenze del cliente e di soddisfarle attraverso idee innovative, mettendo in campo la propria dote principale: la creatività al servizio del brand.

Inoltre, bisogna capire se nelle vicinanze si trovano altri studi grafici, per evitare di aprire il proprio in una zona ad alta concorrenza. In secondo luogo, è di fondamentale importanza evitare di proporre prezzi bassi, perché questa strategia segna inevitabilmente lo studio, etichettandolo come poco professionale. In sintesi, come avviene per qualsiasi altra attività imprenditoriale, bisogna curare il brand e cercare di raggiungere un pubblico alla ricerca di servizi di alto livello.

Chiaramente non è mai il caso di andare al risparmio quando si comprano le attrezzature, sempre per una questione di brand, ed è importante partire coerentemente con il proprio budget, evitando di scoprirsi. Infine, risulta decisiva la scelta dei propri collaboratori: meglio un mix di giovani da far crescere e di esperti.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo