Clemente Russo: chi è, età e cosa fa nella vita privata

7

Tra la vita sportiva e quella legata al mondo dello spettacolo, Clemente Russo è uno dei personaggi più eclettici e trasversali del nostro Paese. Andiamo a scoprire gli aspetti più o meno conosciuti del pugile più noto della tv.

Clemente Russo: la sua biografia

Clemente Russo nasce a Caserta il 27 luglio 1982. Figlio di un operaio della fabbrica Siemens e di una casalinga, Clemente cresce a Marcianise, luogo non semplice dal punto di vista socio-economico, dove però c’è cultura e passione per gli sport da combattimento.

Tutti i suoi successi sportivi

Così inizia subito a fare pugilato, esordendo a 20 anni nelle competizioni internazionali, nella categoria mediomassimi (-81 kg) agli Europei di Perm, Russia. Rimane nella categoria fino al suo esordio olimpico, ad Atene 2004. L’entrata nella categoria superiore, quella dei massimi (-91 kg), è lo scatto decisivo della sua carriera. Nel 2005 vince i Giochi del Mediterraneo ad Almeria (Spagna) e i campionati Europei a Cagliari.

Per un decennio è ai vertici del suo sport, collezionando in totale due medaglie agli Europei, due titoli mondiali (Chicago 2007 e Almaty 2013), due medaglie d’oro ai Giochi del Mediterraneo (Almeria 2005 e Pescara 2009) e soprattutto due medaglie d’argento alle Olimpiadi. La prima a Pechino 2008 – in cui è stato anche il portabandiera della nazionale italiana nella cerimonia di chiusura – e poi a Londra 2012. Proprio alle Olimpiadi è legata la fase discendente della sua carriera. A Rio 2016 esce ai quarti di finale per mano del russo Tishchenko, con un verdetto unanime ma che si porterà dietro tante polemiche. Il risultato fu definito scandaloso da parte dei principali quotidiani italiani e due anni dopo i giudici della manifestazione furono indagati per corruzione.

Clemente Russo ha provato a partecipare, alle soglie dei 40 anni, anche a Tokyo 2020, per quelle che potevano essere le sue quinte Olimpiadi. Tuttavia la commissione del Cio che sovrintendeva al pugilato ha negato la wild card per meriti sportivi richiesta dal pugile campano. A fine carriera Russo sarà (ed è tuttora) il pugile italiano con il maggior numero di incontri disputati e vinti di tutte le categorie e di tutte le sigle dilettantistiche.

Clemente Russo: la carriera televisiva

Parallelamente ai successi sportivi, Clemente Russo ha saputo cavalcare la notorietà acquisita con diverse partecipazioni a trasmissioni televisive e reality show. Dopo l’argento a Pechino ha partecipato come concorrente al reality game La talpa, su Italia 1. Sulla stessa rete, è stato conduttore pochi anni più tardi di Fratello maggiore, un programma incentrato sui problemi giovanili, nel quale il boxeur aiutava gli adolescenti con evidenti problemi di comportamento in famiglia e nel sociale ad avere un atteggiamento diverso e più costruttivo, educandoli allo sport.

Russo ha condotto Colorado, in più ha fatto l’inviato per Mistero e Le Iene. A settembre 2016 ha partecipato come concorrente alla prima edizione del Grande Fratello VIP, venendo però squalificato per delle frase offensive nei confronti di Simona Ventura. Proprio da un reality ripartirà la carriera televisiva di Russo, che sarà in gara nella prossima edizione dell’Isola dei Famosi in coppia con la moglie Laura Maddaloni.

Curiosità e vita privata di Clemente Russo

Conquistatosi sul ring il soprannome di Tatanka, che nel vocabolario Sioux indica il “bisonte maschio”, nel 2011 è stato scelto nel ruolo di attore protagonista dell’omonimo film, diretto da Giuseppe Gagliardi e tratto dal racconto di Roberto Saviano Tatanka scatenato incluso ne La bellezza e l’inferno. Il film ha ricevuto tre candidature ai Nastri d’argento ma per Russo è arrivata una sospensione per un periodo di sei mesi dalla Polizia di Stato. Secondo le indiscrezioni la causa era da attribuire ad alcune scene esplicite che potevano danneggiare l’immagine della Polizia, ma il corpo ha smentito sostenendo che la sospensione di Russo derivava dalla mancanza di autorizzazione e dei permessi necessari per partecipare al film.

Clemente Russo è sposato con l’ex judoka Laura Maddaloni. I due si sono conosciuti in Spagna, durante una gara, nel 2005 e tre anni dopo sono convolati a nozze. Russo e Maddaloni hanno tre figlie: Rosy, nata nel 2011 e le gemelle Jane e Janet nate due anni più tardi. I due condividono l’amore per gli animali oltre a quello per lo sport, diventato anche opportunità di lavoro per il proprio territorio. Nel 2019 infatti ha inaugurato il Centro di Alta Specializzazione Sportiva “Clemente Russo and Maddaloni Brothers”. Si tratta di un centro polifunzionale per lo sport a 360° che vede come proprietari e gestori anche i fratelli di Laura, Marco e Pino Maddaloni, campione olimpico di Judo a Sydney 2000.