Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Gennaio 2021

Pubblicato il

Città Metropolitana di Roma: Bilancio in equilibrio, ma criticità gravi

di Redazione

"ll bilancio è in sostanziale equilibrio, ma l'ente potrebbe non essere in grado di fronteggiare eventuali emergenze o imprevisti"

Il bilancio della Città metropolitana di Roma è in sostanziale equilibrio, ma l’ente potrebbe non essere in grado di fronteggiare eventuali emergenze o imprevisti. Questa la fotografia della situazione finanziaria di Palazzo Valentini restituita dal ragioniere generale della ex Provincia, Marco Iacobucci, nella sua relazione oggi in Aula in occasione dell’approvazione del bilancio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I fondi su cui può contare l’ente, ha spiegato Iacobucci, “sono un avanzo di amministrazione pari a 116.217.241,03 euro, destinato all’accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità per 35.869.923,42 euro, all’accantonamento sulla base di norme e principi contabili per 21.877.546,34 euro, alla quota investimenti in conto capitale per 29.102.603,83 euro e alla quota di avanzo libero per 29.367.167,44 euro”.

“L’equilibrio determinato come esposto in delibera –  ha sottolineato Iacobucci – seppur garantendo per l’anno 2016 la copertura del livello minimo di servizi, mette comunque in evidenza una situazione di grave criticità che espone l’ente a potenziali crisi finanziarie che potrebbero derivare da eventi eccezionali e imprevedibili che dovessero verificarsi durante l’esercizio.

La disponibilità dei fondi di bilancio iscritti nella parte spesa, non ancora impegnati, risultano congrui a garantire la copertura delle spese e l’adozione di eventuali ulteriori misure di riequilibrio che dovessero eventualmente manifestarsi entro il restante periodo dell’anno”.

Per Iacobucci “è necessario effettuare un costante monitoraggio sull’andamento delle entrate, una puntuale valutazione e autorizzazione della spesa in coerenza con i principi di contenimento e riduzione sopra evidenziati nonché una ulteriore verifica sul permanere degli equilibri generali sia in sede di approvazione del bilancio di previsione che di assestamento generale”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento