06 Maggio 2021

Pubblicato il

C’era una volta…anzi c’è, 40 anni di Aggiungi un Posto a Tavola

di Redazione

I 40 anni di "Aggiungi un Posto a Tavola", mostra dedicata a: Garinei, Giovannini, Fiastri, Trovajoli, Landi e Coltellacci 

In occasione delle repliche a Roma, dal 2 all’8 dicembre 2014, per i 40 anni dal debutto della commedia musicale Aggiungi un Posto a Tavola, avrà luogo presso l'Auditorium Conciliazione di Roma anche una straordinaria mostra – ideata e curata da Alessandro Caria – dedicata all'evento, con la Medaglia del Presidente della Repubblica, il Patrocinio dalla Regione Lazio e di Roma Capitale, e con il Riconoscimento Nazionale Biennale Garinei & Giovannini – Seregno.

Dalle note di presentazione di Alessandro Caria: "Si tratta della prima grande esposizione ufficiale di Aggiunti un Posto a Tavola", con decine di pezzi inediti e non, tra disegni tecnici della leggendaria scenografia, bozzetti dei costumi, abiti di scena, documenti, foto storiche, copioni, locandine, biglietti d’ingresso, programmi di sala; materiale che proviene da vari teatri del mondo dove è stato in scena lo spettacolo, da addetti ai lavori, attori, tecnici e da grandi appassionati di questa commedia musicale.

Raccontare la storia di Aggiungi un Posto a Tavola – spettacolo con il quale Pietro Garinei e Sandro Giovannini suggellavano trenta anni di sodalizio artistico e di amicizia – vuol dire raccontare un consistente pezzo di storia e del costume dell’Italia, degli italiani stessi visti attraverso il teatro, una delle manifestazioni collettive che suscita più emozioni.

Una storia iniziata quaranta anni fa e più viva che mai.

«C’era una volta… anzi c’è» sarà un percorso volto a ritrarre tutte le tappe più importanti della vita di Aggiunti un Posto a Tavola, commedia musicale nata grazie ad una felice intuizione di Jaja Fiastri e resa immortale dalle magnifiche musiche del Maestro Armando Trovajoli, che è stata applaudita in tutto il mondo da circa 15 milioni di spettatori, ed è entrata nell’immaginario collettivo grazie anche al fantastico estro creativo di Giulio Coltellacci e di Gino Landi.

Il grande successo di Aggiungi un Posto a Tavola, è dovuto alla sua umanità, alla capacità di toccare le corde dell’animo umano. Oggi come negli Anni Settanta resta sempre attuale. Proprio Garinei e Giovannini, sollecitati riguardo lo straordinario esito di questa commedia musicale, diedero una risposta allo stesso tempo semplice e molto schietta:

«…Parla di un diluvio mentre siamo dentro un ciclone; mostra un barlume di luce mentre siamo nel buio di un tunnel, e finisce su una nota di speranza e di solidarietà. Sono cose che contano, in tempi di egoismo e ostilità feroci. Una cosa è certa: la gente esce dallo spettacolo contenta, sollevata. Sembra che ciascuno si porti via un poco di gioia, di fiducia».

I 40 anni di storia di Aggiunti un Posto a Tavola saranno ricostruiti in diversi spazi che restituiranno ai visitatori – anche iconograficamente – quel senso di festa e di accoglienza che è alla base del più celebre titolo della Premiata Ditta Garinei e Giovannini, attraverso una straordinaria varietà di oggetti, materiale fotografico, cartaceo e memorabilia.

Non mancheranno gli eccezionali contributi di diversi personaggi che a vario titolo hanno scritto la storia di Aggiungi un Posto a Tavola; testimonianze e ricordi dei protagonisti di ieri e di oggi e i retroscena di tante edizioni in Italia e nel mondo.

Non quindi una semplice mostra su uno spettacolo teatrale: «C’era una volta… anzi c’è» vuole essere il punto di incontro tra arte e passione teatrale, nonché la celebrazione di uno spettacolo divenuto fenomeno sociale radicato nella cultura e nella storia del nostro Paese. Un percorso sensoriale molto variegato, che riuscirà ad arrivare al cuore di ogni visitatore ripercorrendo le tappe del passato e del presente.

Ritroveremo i grandi volti del passato che hanno fatto la storia di Aggiungi un Posto a Tavola. Artisti fantastici che si sono susseguiti in quattro decenni, a cominciare da Johnny Dorelli con quella soave umanità che regalava al suo indimenticabile Don Silvestro; le decine di straordinari solisti e soliste; senza dimenticare l’eccezionale squadra di tecnici del Teatro Sistina, grande punto di forza della Premiata Ditta G&G. Storia che troverà poi una sorta di sintesi in un grande pannello dedicato ai numeri e alle curiosità dello spettacolo: dai record più importanti fino a numeri solo apparentemente meno significativi, come quelli delle coincidenze tecniche, degli animali citati, delle città raggiunte dallo spettacolo".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento