Vuoi la tua pubblicità qui?
12 Agosto 2022

Pubblicato il

Bologna, muore a 13 anni di cancro: la battaglia della madre per avere il suo ultimo tema

di Redazione
La madre di Eleonora ha perso la figlia tre mesi dopo quella prova scritta e ora vorrebbe riottenere il tema della sua piccola
Tema scritto

Eleonora aveva 13 anni quando il 28 maggio 2018 sostenne da privatista il tema per le prove di idoneità alla terza media. La piccola, malata di cancro, morì dopo 3 mesi da quell’esame e oggi sua madre Sabrina chiede ancora di poter avere quella traccia scritta.

Tema scritto

La signora Sabrina ha fatto molti tentativi per riottenere quel tema che per lei rappresenta uno degli ultimi ricordi di vita e tentativi di normalità della sua piccola Eleonora. Sostenere quella prova è costato molto impegno alla piccola che scrisse il tema imbottita di antidolorifici ha spiegato la mamma.

“Speriamo che il suo braccio regga” scriveva la mamma Sabrina su Facebook durante l’esame. Oggi spiega che finora i tentativi con la scuola si sono arenati, inoltrerò la domanda via pec, ma non sono l’unico genitore a cui è accaduta questa cosa, questo significa è urgente fare una riflessione su casi come questo”.

La madre chiede il tema, cosa dice la Legge

Come spiega il sito Regolarità e trasparenza nella ScuolaGli elaborati scritti degli alunni sono a tutti gli effetti atti amministrativi, e pertanto ai sensi della Legge n.241 del 1990, sono soggetti all’accesso formale o informale da parte chiunque ne abbia interesse, in particolar modo dai genitori che possono chiederne la visione e la copia.

Ai sensi dell’art.28 del D.Lgs. n.196 del 2003, il titolare del trattamento è la scuola che esercita tale titolarità attraverso il dirigente scolastico, il quale per la funzione conferitagli di rappresentante legale ex art.25 comma 2 del D.Lgs. n.165 del 2001, ha il dovere di predisporre tutte le misure necessarie affinché gli atti prodotti dall’istituzione scolastica (comprese le prove scritte svolte dagli studenti durante l’intero anno scolastico), nell’esercizio del pubblico servizio, siano custoditi nei modi opportuni, stabiliti dalla normativa vigente, e siano a completa disposizione per eventuali accessi amministrativi. Da osservare che gli elaborati delle prove scritte, grafiche e pratiche (esclusi quelli prodotti per gli esami di Stato) devono essere archiviati e conservati per almeno un anno“.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo