Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Gennaio 2022

Pubblicato il

Covid

Bassetti: “Siamo diventati il Paese dei tamponi, finiamola con questo sistema”

di Lorenzo Villanetti
"Torniamo a farli ai sintomatici e finiamola con questo sistema che rischia di paralizzare il nostro Paese", commenta l'infettivologo
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

“Ormai siamo diventati il Paese dei tamponi, o ancor meglio ‘Tamponificio Italia’” scrive Matteo Bassetti sul proprio profilo Facebook. Dichiarazioni di dissenso, quelle dell’infettivologo, contro questo sistema che “rischia di paralizzare” l’Italia. Da settimane infatti, sebbene i dubbi sull’effettiva efficacia, e “complici” le festività natalizie, lo strumento del tampone rapido è richiestissimo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Un uso eccessivo

Secondo recenti studi infatti e il parere di diversi “addetti ai lavori”, i test antigienici sarebbero inutili: sia per i tempi (dopo 72 ore dall’eventuale contagio), sia perché si è visto che il 40% degli esiti, positivo o negativo, sia errato. E così anche il primario di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova si è scagliato contro l’uso eccessivo dei tamponi rapidi.

“Torniamo a fare i tamponi ai sintomatici”

“I tamponi non vengono richiesti da un medico e quindi interpretati – prosegue sui social -, ma sono diventati come le Zigulì o i preservativi. Li prendi quando vuoi, al ‘banco’, li puoi ordinare sul web e te li fai addirittura da solo. Non so bene con che metodo. Oppure ti metti in coda per ore per poter andare a fare capodanno in sicurezza (si fa per dire) o finire la quarantena imposta dal figlio che è aveva un positivo in classe. Che senso ha tutto questo? Il rapido può dare falsi negativi (fino al 40% dei casi), falsi positivi e in ogni caso offre un’istantanea del momento in cui è stato fatto. Torniamo a fare i tamponi ai sintomatici e finiamola con questo sistema che rischia di paralizzare il nostro Paese“.

Ormai siamo diventati il paese dei tamponi o ancor meglio “Tamponificio Italia”. I tamponi non vengono richiesti da un… Pubblicato da Matteo Bassetti su Martedì 28 dicembre 2021

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo