Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Maggio 2022

Pubblicato il

E c’è di nuovo un caso hors catégorie

Bamba della settimana, l’anti-premio di Feltri stavolta è alla frutta

di Mirko Ciminiello
La nuova edizione è dominata dall’imbarazzante eliminazione dell’Italia dai Mondiali di calcio di Qatar 2022: ma c’è spazio anche per gaffe politiche e internazionali
Bamba della settimana
Bamba della settimana

Torna ancora il “Bamba della settimana”, l’ironico omaggio al meglio del peggio del periodo ideato dall’attuale direttore editoriale di Libero Vittorio Feltri. Il quale tipicamente assegnava il surreale anti-premio in ambito sportivo. Il che significa che l’edizione odierna cade proprio a fagiolo.

Bamba della settimana
Bamba della settimana

L’Italia alla frutta

Nuova puntata, quindi, del “Bamba della settimana”, che si apre (come spesso accade) con una vicenda hors catégorie. Non poteva infatti che essere contrassegnata così la clamorosa eliminazione della Nazionale di calcio da Qatar 2022 per piede della “piccola” Macedonia del Nord. Anche se, a ben vedere, nel caso specifico il vero epic fail lo ha fatto il C.T. azzurro Roberto Mancini. Il quale, appena tre giorni prima della disfatta, assicurava dalle colonne del Corsera che «l’obiettivo non è andare al Mondiale ma vincerlo». E ora, tra inevitabili meme e battute sulla Macedonia indigesta, siamo proprio alla frutta.

Roberto Mancini, Bamba della settimana
Roberto Mancini

Lo sport non è comunque l’unico settore in cui l’Italia non se la passa proprio benissimo, come dimostra il sottosegretario pentastellato all’Interno Carlo Sibilia. Il quale, lo scorso 17 marzo, ha voluto cinguettare i propri «auguri alla nostra Repubblica». Peccato che, come ricorda Il Giornale, quel giorno si celebri l’Unità d’Italia, laddove la Festa della Repubblica ricorre il 2 giugno. Che il Belpaese abbia qualche problema con le… parate?

Rimanendo in casa (ex) grillina, non poteva essere da meno il battitore libero Alessandro Di Battista. Il quale, intervenendo alla trasmissione DiMartedì su La7 a proposito della guerra in Ucraina, ha affermato che la Russia ha usato «missili supersonici». Che in realtà sono ipersonici, come il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova, esponente di +Europa, gli ha spiegato subito – o meglio, a razzo.

Il “Bamba della settimana”

È però riuscita a fare anche peggio Ketanji Brown Jackson, giudice americano nominato dalla Casa Bianca alla Corte Suprema. Donna, progressista, di colore, sostenitrice dell’ideologia woke, della cancel culture, dell’aborto e del gender, è praticamente il prototipo del candidato politically correct. Lo è al punto da non riuscire a definire la parola “donna”, come le era stato chiesto durante un’audizione presso il Senato Usa. «Non sono una biologa» è stata la sconcertante risposta, come riferisce Fox News.

Un cortocircuito tanto assurdo e a livelli così alti non si era davvero mai visto. E si merita tutto il “Bamba della settimana”.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo