Bamba della settimana, l’anti-premio di Feltri è da presa per il Colle

3

Con l’approssimarsi del weekend torna il “Bamba della settimana”, l’anti-premio che l’attuale direttore editoriale di Libero Vittorio Feltri assegnava al meglio del peggio del periodo. E, visto che siamo in periodo “presidenziale”, abbiamo selezionato tre casi che ruotano attorno alla corsa per la successione al Capo dello Stato Sergio Mattarella. Più un quarto classificato da tradizione come hors catégorie per non falsare la kafkiana “competizione”.

Il “Bamba della settimana”

Per questa nuova edizione del “Bamba della settimana” cominciamo proprio dalla vicenda extra, che arriva direttamente dagli Stati Uniti. Dove Sleepy Joe Biden, come riferisce il Corsera, “dimenticandosi” del microfono acceso ha insultato un giornalista di Fox News “colpevole” di avergli rivolto una domanda scomoda. A conferma che il Partito Democratico ha un concetto di democrazia piuttosto singolare.

Romanzo Quirinale

Qualcosa di simile, d’altronde, è avvenuto anche da noi, con protagonista l’ex bi-Premier Giuseppe Conte, attuale numero uno del M5S. «Non abbiamo mai cambiato posizione, non dica fesserie!» ha inveito Giuseppi, come riporta Il Secolo d’Italia, contro un cronista che gli chiedeva delle continue giravolte dei pentastellati. Tipo quella che li ha portati a promuovere un secondo mandato per Mattarella, di cui solo nel 2018 invocavano l’impeachment. Ma forse la posizione a cui accennava il fu Avvocato del popolo era quella sulla poltrona.

giuseppe conte
L’ex Premier Giuseppe Conte

Restando in tema “romanzo Quirinale”, si registra anche la gaffe dell’ex Ministro italovivo dell’Agricoltura Teresa Bellanova. La quale, all’apertura dei lavori parlamentari, ha cinguettato giuliva che «parte oggi dal Senato la prima votazione per il Presidente della Repubblica». Che però, com’è arcinoto, si tiene alla Camera in seduta comune.

Niente però batte l’epic fail della deputata ex grillina no-tutto Sara Cunial. La quale, come scrive Il Riformista, pretendeva di esprimere la propria preferenza quirinalizia al seggio speciale Covid. Dal quale è stata ignominiosamente respinta dai commessi perché non è né positiva al SARS-CoV-2 né in quarantena o isolamento.

Un’umiliazione che le vale tutto il “Bamba della settimana”. Un alloro surreale che, per l’occasione, è letteralmente da presa per il Colle.