21 Settembre 2021

Pubblicato il

Ambiente 1 – Cemento 0, alla Regione Lazio M5S in testa

di Redazione
Passa l'emendamento del Movimento 5 Stelle alla Regione Lazio al Piano Casa regionale

Subordinare gli ampliamenti urbanistici del Piano Casa regionale – al vaglio, in queste settimane, al Consiglio Regionale – alle opere di urbanizzazione primaria (come strade, impianti fognari) ma anche a quelle della secondaria (come asili nido, scuole, impianti sportivi): così è stabilito. Il tutto, grazie ad un emendamento del Movimento 5 Stelle, approvato alla Pisana. Al comma 6 dell'art 3 della L.R. 21-2009 – si legge nell'emendamento – dopo le parole 'la realizzazione degli ampliamenti di cui al comma 1 è subordinata all'esistenza delle opere di urbanizzazione primaria' sono aggiunte le seguenti parole: 'e secondaria' ". 

L'emendamento ha registrato, nella seduta presieduta da Francesco Storace, 7 voti favorevoli, ovvero i 7 voti dei 7 consiglieri del M5S. Dalla maggioranza, un solo voto contrario: quello di Fabio Bellini del PD. Sì, perché al momento della votazione l'Aula era distratta, e ciò ha consentito ai pentastellati di portare avanti le loro istanze. Avete capito bene: l'Aula era distratta, la maggioranza non è pervenuta, su un provvedimento che porta principalmente la sua firma. Lo stesso Francesco Storace in qualità di presidente ha invitato pubblicamente i consiglieri a una maggiore attenzione ai lavori, sospendendo poi la seduta in attesa del ritorno del presidente Daniele Leodori, che ha ripreso la discussione dall'emendamento successivo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

"La distrazione della maggioranza in questo caso si può chiamare fortuna" – commenta il consigliere regionale M5S Gianluca Perilli, l'intervento del quale è stato ripreso ed è disponibile cliccando qui.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo