Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Maggio 2022

Pubblicato il

Sicurezza alimentare

Allarme dal Ministero della Salute: mozzarella ritirata per errore di confezionamento

di Redazione
Alcuni lotti conterrebbero lattosio anche se la dicitura presenta il prodotto come privo di lattosio
Mozzarella

Mozzarella ritirata dalla vendita, il Ministero della Salute ha segnalato il richiamo sul suo sito internet e in gazzetta ufficiale della Mozzarella Vivibene Selex Bocconcini senza lattosio con la motivazione: “Il prodotto non è idoneo al consumo da parte di persone allergiche al latte”.

Mozzarella

Mozzarella ritirata dal mercato: i lotti interessati

L’azienda ha dichiarato che nelle confezioni con la dicitura “senza lattosio” sono state inserite per errore delle mozzarelle contenenti lattosio. Dunque vi sarebbe all’interno del prodotto un allergene non segnalato.

Il prodotto in questione è la Mozzarella Vivibene Selex Bocconcini “senza lattosio”. I lotti di produzioni interessati dal richiamo sono i seguenti: 94, 95 (scadenza 03.05) e 96,97 (scadenza 05.05).

La comunicazione, del richiamo dagli scaffali, arriva dallo stabilimento di Varna, in p di Bolzano, attivo in via Brennero 2, 39040. Il produttore è il Centro Latte Bressanone Soc. Agr. Coop.

A scopo precauzionale, si raccomanda alle persone intolleranti al lattosio di non consumare la mozzarella con le scadenze e i numeri di lotto segnalati e restituirla al punto vendita d’acquisto.

Intolleranza al lattosio: cos’è e come si manifesta

Il lattosio è uno zucchero complesso che necessita di lattasi per essere assorbito. Nelle persone intolleranti vi è assenza dell’enzima chiamato lattasi, e quando il lattosio arriva all’intestino tenue, richiama una enorme quantità di liquidi che provocano diarrea. Il lattosio passa così all’intestino crasso. Lì inizia la fermentazione a opera della flora batterica, con conseguente aumento di gas, che causa flatulenza, gonfiore e crampi addominali.

Questa sintomatologia compare tra i 30 minuti e le 2 ore dopo l’assunzione del lattosio. In genere sono lievi, ma possono portare anche a un cattivo assorbimento delle sostanze nutritive contenute negli altri alimenti ingeriti, a causa dei frequenti episodi di diarrea.

L’intolleranza al lattosio può diventare un problema serio principalmente per i soggetti celiaci o con infezioni a carico dell’apparato digerente, in particolare dell’intestino.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo